Barcolana, il via alla 11:30 con la bora e 1800 imbarcazioni iscritte

Vigilia semi autunnale per la Barcolana di Trieste, che domani, domenica 9 ottobre, sarà protagonista nel Golfo di Trieste. La grande festa della vela è stata preceduta oggi da una giornata di regate: in acqua le bellissime barche della Barcolana Classic Trofeo Siad, gli ESTE24 nella TriESTE, i piccoli meteor e gli UFO 28 in serata per la sempreverde Jotun Cup di fronte al Bacino San Giusto.

Numerose le imbarcazioni che sono giunte nelle ultime ore, dopo aver sfidato nel medio Adriatico meteo impegnativo e onda formata che hanno rallentato l’arrivo degli equipaggi, impegnati con grande determinazione in una crociera autunnale. Superati alle ore 19 i 1730 iscritti, con la sede della Svbg ancora stracolma di persone che, nelle prossime ore, aumenteranno il numero dei partecipanti fino alla chiusura delle iscrizioni.

La grande festa della Barcolana ha riempito il Villaggio e la città con una giornata di mare raccontato: dalla puntata in diretta di Linea Blu su RaiUno a Barcolana di Carta con il Gruppo Feltrinelli, che ha portato nella “Piazza Barcolana” centinaia di persone ad ascoltare le storie di mare di Gabriele Romagnoli, scrittore e direttore di Rai Sport, mentre Paolo Rumiz si è trasformato in un cantastorie, a raccontare Trieste e il suo mare con, ad ascoltarlo tra il pubblico, anche Beppe Severgnini.

Massima attenzione al meteo: oggi pomeriggio alle 18 si è svolto il briefing armatori, nel corso del quale si è evidenziato come domanimattina il campo di regata sarà caratterizzato dalla Bora, in corso di attenuazione. Nelle prime ore del mattino le raffiche potranno essere ancora sostenute, poi all’ora della partenza – confermata alle 10.30 – il vento dovrebbe iniziare a diminuire d’intensità. Gli organizzatori hanno specificato che domani mattina alle 8, sulla base del vento effettivo, potrebbe essere deciso (ma si tratta di una evenienza al momento POCOprobabile) il posticipo della partenza ed è importante che gli armatori restino in contatto sul canale VHF 9, sul sito web e i canali social della regata, e con i media locali per apprendere eventuali decisioni di posticipo della partenza.

COME SEGUIRE LA REGATA – Domani la regata sarà trasmessa dalla Rai Friuli Venezia Giulia e Rai Sport a partire dalle 10.15; alla stessa ora partirà anche la diretta streaming sul sito web www.barcolana.it.

Barcolana, le regate della vigilia

È andata a Gianfranco Noè su Bandito l’edizione 2016 della Jotun Cup: un borino sui 9 nodi ha contraddistinto la prova, giocata su un nuovo e raddoppiato percorso, con una boa posizionata anche di fronte al canale di Ponterosso. Bandito ha preso la testa della classifica fin dalla prima boa, e non l’ha mai lasciata, tenendo a distanza Cattivik e Ufology che nel corso dei quattro giri (più il lato di arrivo di bolina) hanno caratterizzato la regata. Cattivik di Gianni de Visentini, con al timone Alessandro Bonifacio, ha passato primo la prima boa, seguito da Ufology di Lapo, che alla terza boa ha perso contatto, permettendo a Bonifacio di ottenere il secondo posto, e non lasciarlo più fino alla fine della regata. La flotta, alla fine del secondo giro, si è divisa in due gruppi, garantendo a tutto il pubblico della Barcolana la possibilità di vedere un grandissimo spettacolo. Tifo da stadio lungo il Molo Audace assiepato di gente e lungo le due rive, a tifare i rispettivi beniamini locali, per un risultato che dura tutto l’anno.

AGGIORNAMENTO BARCOLANA CLASSIC TROFEO SIAD – Il trofeo SIAD per il miglior restauro è andato alla barca austriaca Annie. Per quanto riguarda le prove, nel raggruppamento Classici A vittoria di AL NA’IR di Fabio Mangione (CN Rimini), seguito da Violetta IV di Stefano Giangiacomo (CV Conegliano), terzo posto Strale di Enzo Bruni Bardini (CV. Ravennate).

Nel raggruppamento Classici B vittoria di Stella Polare (Federica Cumbo) dello Yacht Club Adriaco, seguita da Darling III di Enrico Pellegrino (STV), terzo posto per Flora (Andrea Vanini).

Tra gli Epoca vittoria di Serenity di Roberto Dal Tio (CV Conegliano), seguira da Ciao Pais (Massimo Fonda, STV) e da Un Sogno di Giorgio Brezi, sempre della STV.

Tra gli Sciarrelli A vittoria di Angelica IV di Carlo Cazzaniga dello YC Hannibal, seguito da Chica Boba II e Angelica III.

Tra gli Sciarelli B primo posto sempre di Stella Polare, seguita da Andromeda e Attica.

Infine le Passere: vince Dani Degrassi, con Nirvana (YC Adriaco), secondo Koala (CVDM), terzo il Nibbio di Pietro Barcia (STV).

Barcolana TriESTE – Temperature quasi invernali, con vento dal quadrante est sui 10 nodi ha caratterizzato le tre regate mattutine di Barcolana TriESTE, evento organizzato dalla Società Velica di Barcola e Grignano in collaborazione con la Lega Navale di Trieste, riservato al monotipo ESTE 24 e valido come sesta ed ultima tappa del Circuito Nazionale di Classe. Molto combattute le prove di sabato mattina con Pickwick (al timone Paolo Brinati) che ha regatato in crescendo, realizzando un 3-2-1 e attualmente in testa nella classifica provvisoria; prestazione opposta invece per Aniene Young (con al timone Luca Tubaro), secondo a tre punti di distacco dal primo dopo un’iniziale vittoria in regata 1, seguita da un terzo e un quinto. Terzo posto provvisorio ad un punto dal secondo di Supersilvietta di Michelangelo Tardioli (owner driver), sempre nella top 4 con un 2-1-4. In serata la quarta prova, e la classifica finale si comporrà anche del risultato che gli equipaggi otterrannodomani in Barcolana.

Barcolana Classic: Annie vince il Trofeo SIAD – Il fascino della Barcolana Classic Trofeo SIAD non ha eguali: preceduta dalla sfilata in Bacino San Giusto la regata organizzata grazie all’apporto tecnico dello Yacht Club Adriaco porta in Barcolana la storia della vela con protagonisti gli scafi di un tempo, suddivisi nelle categorie barche d’epoca, classiche, passere, Sciarelli e Spirit of Tradition. Due i premi speciali assegnati: il primo è il Trofeo SIAD assegnato all’imbarcazione che meglio rappresenta lo spirito, il restauro e l’amore per le barche a vela d’epoca, che quest’anno è stato assegnato la giuria di esperti ad Annie (Austria) per il recupero particolarmente curato. Il secondo premio speciale, assegnato per la prima volta alla Barcolana Classic, è il piatto ricordo “Budinich100”, vinto dal sedicesimo arrivato per celebrare il centenario della nascita di Paolo Budinich, socio e velista dello Yacht Club Adriaco e conosciutissimo fisico teorico di fama internazionale, nonché uno dei fondatori del Centro Internazionale di Fisica Teorica di Trieste.

La flotta di Barcolana Classic, con quasi 100 imbarcazioni al via, ha completato i due giri di percorso nel tratto di Golfo più suggestivo di Trieste, tra il Faro della Vittoria a Barcola e il Castello di Miramare: uno spettacolo nello spettacolo che rende Barcolana Classic una regata di stile e fascino. Il vento da nord-est sugli 8 nodi ha permesso anche alle più piccole imbarcazioni di navigare ad una discreta velocità e concludere il percorso tra incroci e bordi anche combattuti.

Lascia un commento