LIV, Il Circolo Nautico e della Vela Argentario chiude in testa il Day 1 di regata

Una intensissima prima giornata di regate a Cala Galera per la terza e ultima tappa di selezione della stagione 2016 della Lega Italiana Vela.

Ben 21 le regate completate, tutte con una brezza leggera che ha soffiato costante da sud-est mantenendosi tra i 6 e i 12 nodi. Condizioni che l’equipaggio di casa del Circolo Nautico e della Vela Argentario ha saputo sfruttare al meglio strappando sei vittorie e un secondo posto nelle sette prove disputate e chiudendo il Day 1 saldamente in testa alla classifica provvisoria.

Al timone il giovane Ettore Botticini, che ha conquistato il posto nell’equipaggio attraverso le regate di selezione interne e che ha dimostrato di conoscere perfettamente il suo mare:

“Ci siamo allenati molto per questo evento – ha commentato – a cui siamo arrivati dopo un anno intero di match race, con un campionato europeo juniores chiuso al terzo posto. Conosciamo bene posto, barche e anche gli avversari, abbiamo fatto una ottima preparazione ma la regata è ancora lunga. Questa formula che unisce regate veloci e di flotta è molto bella, servono tante caratteristiche diverse per vincere, dalla tattica alla tecnica fino ad una buona conoscenza delle dinamiche proprie del match race”

La classifica provvisoria vede al secondo posto appaiati il Club Canottieri Roggero di Lauria e il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo, che inseguono il Circolo Nautico e della Vela Argentario a soli 7 punti.

“Il Circolo organizzatore ha dimostrato soprattutto l’importanza di essere un club – ha commentato il Presidente della Lega Italiana Vela Roberto Emanuele de Felice – ancor più del “fattore campo” ha contato il fatto di essere un equipaggio affiatato, capace di manovre molto precise e di grande coordinamento. Se si è Club, se si fa squadra i risultati arrivano, ed è su questo che punta il format della Legavela. Anche i Circoli che hanno chiuso questa prima giornata in basso in classifica – ha proseguito De Felice – possono fare tesoro di un’esperienza che li ha visti regatare fianco a fianco con velisti blasonati, riuscendo anche a batterli in alcune delle prove disputate e vivendo questa manifestazione con grande entusiasmo che certamente sapranno sfruttare già dalle regate di domani”.

Lascia un commento