Concluso il Salone Nautico di Genova, buoni segnali per il settore

La 56a edizione del Salone Nautico di Genova è andata oltre le più rosee aspettative. L’ottimismo della vigilia ha lasciato il posto a riscontri obbiettivi: visitatori in forte aumento rispetto all’edizione 2015, espositori soddisfatti, il ritorno delle vendite di tutti i comparti e una forte presenza di esponenti del Governo a sottolineare la grande attenzione nei confronti dell’Associazione di categoria e di un settore, quello nautico, non solo in netta ripresa, ma anche trainante per tutta l’economia del Paese.

“Siamo tutti soddisfatti – ha dichiarato la Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Carla Demaria. “Alle 14.00 abbiamo registrato 126.178 passaggi in biglietteria, registrando un più 9,2 per cento rispetto allo scorso anno. 33.618 sono stati i visitatori stranieri, segnando un più 26,6 per cento sul totale. Genova si conferma di gran lunga il Salone Nautico più visitato del Mediterraneo. Il 17,1% di crescita del fatturato globale, dichiarato a pochi giorni dall’apertura del Salone Nautico è stato un forte richiamo. Gli espositori stranieri sono tornati perché finalmente è ripartito il mercato interno. E la ripresa riguarda tutti i comparti, nessuno escluso”.

Soddisfazione anche da parte di Alessandro Campagna, Direttore Commerciale del Salone Nautico di Genova:  “Stiamo già immaginando il Nautico del 2017. Abbiamo idee e progetti importanti per la prossima edizione”.

Sono stati oltre 800 gli espositori presenti a Genova e 1.000 imbarcazioni le imbarcazioni esposte su una superficie di 180.000 mq di cui 100.000 in acqua, che ha dato la possibilità ai clienti di effettuare ben 2.416 prove in mare, in netta crescita rispetto al 2015.

“Genova si conferma terreno di confronto a livello mondiale per il comparto della nautica da diporto” – ha commentato Marina Stella, Direttore Generale di UCINA Confindustria Nautica. “Un evento protagonista del mercato internazionale e strategico per la promozione del Made in Italy”. Grazie al sostegno delMinistero dello Sviluppo Economico e di Agenzia ICE, i 430 operatori esteri accreditati (uffici tecnici dei cantieri, uffici acquisti, buyer, distributori internazionali e broker) hanno potuto partecipare ad incontri B2B e convegni tecnici organizzati da Agenzia ICE in collaborazione con UCINA. 80 le aziende straniere coinvolte, mentre 70 sono state quelle italiane. Di particolare rilievo la presenza, per la prima volta in Italia, la delegazione dei broker indipendenti della Florida Yacht Broker Association, storica associazione americana che conta oltre 1.200 soci attivi nel settore del commercio di imbarcazioni in uno dei mercati più vivaci in assoluto.

“Questo salone è una bella conferma per Genova che vuole restare capitale della nautica – ha dichiaratoMaurizio Caviglia, Segretario Generale Camera di Commercio di Genova. La Camera di Commercio ha fatto la sua parte per l’accoglienza e gli eventi e c’è stata grande sinergia con la Regione  nello stand istituzionale, dove abbiamo dato spazio alle immagini e all’emozione della città vista dal mare”.

Gli fa eco Mafalda Papa, Presidente dell’Associazione Albergatori della Provincia di Genova, che ha dichiarato:  “L’effetto Salone Nautico sulle nostre strutture è stato senz’altro positivo con un aumento delle prenotazioni tra il 5 e l’8% rispetto allo scorso anno.  In aumento gli ospiti stranieri provenienti dalla Svizzera e dai paesi dell’Est”.

Per quanto riguarda la missione stampa estera, sono giunti al Salone giornalisti provenienti da 32 paesi (Australia, Belgio, Brasile, China – Canton, Cina – Pechino, Cina – Shanghai, Croazia, Eau, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Israele, Libano, Malesia, Montenegro, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Taiwan, Tunisia, Turchia, Ucraina, Uk, Usa).

Grande riscontro anche per gli sport acquatici e per le attività legate al progetto Navigar m’è dolce. Ecco alcuni numeri significativi di questa edizione:

  • 2.000 iscrizioni per partecipare alle regate M32
  • 1.000 ragazzi coinvolti nelle attività con le scuole
  • Oltre 3.000 bimbi hanno provato il simulatore all’interno dello stand della capitaneria di Porto
  • 650 le prove in piscina di Sup
  • Oltre 300 persone hanno provato gli sport del mare

Dati fortemente in crescita anche sul fronte “social”: + 900.000 (circa + 30% rispetto al 2015) visualizzazioni di pagina, + 360.000 (circa + 60% rispetto al 2015) di visite totali e +245.000 (circa +40%  rispetto al 2015) utenti del sito. Il sito è stato visitato da utenti provenienti da 174 Paesi. Nel 2015 erano stati 159 i paesi di provenienza.

Lascia un commento