Pendragon sulla linea di partenza della 48esima Barcolana

Il Maxi di 70 piedi Pendragon concluderà la stagione 2016 già ricca di successi con quattro eventi velici in nord Adriatico tra cui la celeberrima Barcolana, che lo ha visto giungere terzo sul traguardo della passata edizione. La settimana antecedente l’affollata regata triestina, Pendragon prenderà parte alla Coppa Bernetti, sempre nel golfo di Trieste, tradizionale practice race per tutti i team con ambizioni di ben figurare alla Barcolana. Seguirà la partecipazione a Veleziana e Venice Hospitality Challenge.

Per l’edizione di quest’anno si ritrova a bordo di Pendragon la compagine, non inedita, formata da Lorenzo Bodini e Giorgio Pitter, già vincitori in passato di altre prestigiose regate d’altura. Lorenzo Bodini, olimpionico sul cat Tornado a Sydney 2000 assieme al fratello Marco, sarà skipper di Pendragon nelle regate di Trieste e Venezia, alla guida di un equipaggio formato in collaborazione con il Team principal veneziano Giorgio Pitter che conta su sponsor tra cui il main SAFE MARINE, multinazionale leader negli impianti antincendio su navi da crociera, cargo e yacht oltre agli sponsor ufficiali BELLINI CANELLA, l’aperitivo Veneziano, e l’Hilton Molino Stucky, il moderno capolavoro veneziano appartenente al gruppo Hilton, cui si affiancano sponsor tecnici come BARBERINI leader nelle lenti e negli occhiali.

Tra i velisti a bordo sono confermati Marco Bodini, Andrea Caracci e il gardesano Duccio Colombi, tutti recenti vincitori di campionati italiani e internazionali nella vela d’altura. Nei giorni della Barcolana (7-9 Ottobre) Pendragon sarà ormeggiato sulle Rive di Trieste dove il team e gli sponsor saranno a disposizione del pubblico.

Giorgio Pitter, Team principal: “Il nostro è certamente un programma ambizioso, assieme a Lorenzo Bodini siamo convinti di poter ben figurare, ma il primo risultato da ottenere sarà quello di un team affiatato e pronto a future sfide ancora più impegnative. Qualcosa bolle in pentola…”

Lorenzo Bodini, skipper: “ Nella passata edizione della Barcolana, ho avuto l’onore di portare Pendragon di Nicola Paoleschi al terzo posto. Sono lieto di ritornare a bordo nel ruolo di skipper su questa prestigiosa barca americana con la quale si può far bene, dando del filo da torcere ai favoriti della vigilia. E’ una barca nata per dare il meglio nelle andature di poppa della mitica Transpac race, ma pensiamo che possa dire la sua in Barcolana, che resta una festa della vela e una regata dove può succedere di tutto”.

Lascia un commento