Memorabile edizione del Trofeo Formenton TAG Heuer Vela Cup Summer 2016

Mai si erano viste così tante barche a Porto Rafael per il Trofeo Formenton, regata velica organizzata dallo Sporting Club Sardinia con il supporto logistico e tecnico rispettivamente dello Yacht Club Punta Sardegna e dello Yacht Club Costa Smeralda. Giunta alla ventottesima edizione e nata in memoria dell’ex Presidente della Mondadori Mario Formenton, la regata è dedicata ai crocieristi in vacanza nel tratto di mare della costa gallurese, caratterizzata dallo splendido Arcipelago della Maddalena. Complice di questo incremento di partecipazione la semplificazione delle categorie in regata, suddivise quest’anno anche per classi metriche per tutte quelle barche senza certificato di stazza ORC; il cambiamento è stato possibile grazie all’affiancamento della TAG Heuer VELA Cup Summer, ideata con una formula che si è rivelata vincente e che ha potuto avvicinare anche quei crocieristi non abitualmente regatanti, che hanno così potuto gustarsi una manifestazione nata proprio con lo spirito di trascorrere una giornata per mare, veleggiando con amici e famiglia.

In partenza sole, 6 nodi di grecale fino ai 15 tra Budelli e Spargi: queste le splendide condizioni che la flotta ha affrontato nelle 5 ore di navigazione impiegate dagli ultimi, contro il vincitore in tempo reale Ulika, lo Swan 45 di Stefano Masi, che ha distaccato tutti fin dalla partenza, tagliando l’arrivo in sole 2 ore e 41 minuti.
Per quanto riguarda la categoria ORC Gran Crociera, valida per l’assegnazione del Trofeo Formenton, vittoria dell’olbiese Renato Azara, esordiente del Trofeo Formenton e da subito vincitore a bordo dell’M37 Adelasia di Torres DHL. Nella stessa categoria era in gara anche Ulika, giunto secondo con il calcolo dei tempi compensati; terzo il One Tonner “I Vezzi miei” dei fratelli Spano.
L’immancabile J 109 “El Chico” di Daniele Fogli si è aggiudicato invece la classifica ORC Vele Bianche.

La nuova formula “VELA Cup” ha suddiviso l’intera flotta delle 56 barche iscritte per classi metriche e in 8 categorie a seconda della lunghezza della barca, nelle classi crociera e Regata. Dal più piccolo al più grande sono risultati vincitori tra i Regata rispettivamente l’Este 24 “Supersilvietta” di Michelangelo Tardioli, il J 109 “Chestress” di Leonardo Petti, il Rodman 42 “Cheyenne” di Tommaso Oriani, il vincitore in tempo reale “Ulika” di Stefano Masi, il Grand Soleil 58P di Sergio Sagramoso “Lay Dog”. Tra i Crociera vincitore del gruppo Alfa (da 8,01 a 9,30 mt.) il Sun Fast 32 “Babau” di Roberto Bosio, il J-105 “Bruschetta” di Franco Pistone, il Brenta 38 “Ochoa”, il Grand Soleil 50 di Angelo Asti “Freetime 5” e il One Off di Roberto Colombo “Ourdream”.

Tra le curiosità da segnalare la vittoria, come tesserata FIV più giovane, di Carolina Cozzi, a bordo con il papà e lo zio e altri bambini tra i 7 e i 10 anni, mentre in altre barche c’erano anche tattici di fama internazionale come Tommaso Chieffi a bordo dell’Ice 62 Sueño e Cristiana Monina sul Comet 51 Ola, anche loro al Trofeo Formenton TAG Heuer Vela Cup Summer con un approccio sicuramente meno agonistico e agguerrito del loro solito, considerato lo spirito dell’evento.
La sera, dopo un’appassionante giornata di vela, si è svolta la premiazione seguita da una bella festa by TAG Heuer, nel suggestivo porticciolo di Porto Rafael.

L’appuntamento è per il 2017 per un’edizione sempre più ricca di novità per coinvolgere attivamente i velisti crocieristi, in cerca di una regata\veleggiata unica come il Trofeo Formenton, evento dell’estate sarda, che si avvicina sempre più al suo trentennale.

Lascia un commento