Moth Italia Cup 2016: Giancarlo Pedote presente al terzo atto

Dieci i moth ospitati dall’Avas – Associazione Velica Alto Sebino, Lovere. Due giornate di regate previste ma, a causa di una forte perturbazione alla domenica mattina che ha provocato notevoli danni alle barche foilanti, solo quattro prove disputate al sabato hanno permesso lo svolgimento di questo terzo atto dell’Italia Cup 2016.

Con un vento non molto costante nella prima prova e poi sempre più disteso nel corso della giornata, a portarsi a casa il primo gradino del podio è lo svizzero Adriano Petrino (1, 3, 1, 2), seguito dagli italiani Marco Lanulfi (2, 1, 2, 3) e Mario Ziliani (5, 2, 4, 1).

Al settimo posto troviamo il velista oceanico Giancarlo Pedote, secondo posto alla Mini Transat, record al Trophée Marie-Agnés Pèron, due vittorie alla Trinité Plymouth e una serie di podi che gli hanno valso nel 2013 il primo posto nel ranking mondiale, il titolo di Champion de France Promotion Course au Large en Solitaire e di Velista dell’Anno.

“Ho fatto il mio esordio al campionato europeo in Francia. Questa è la mia seconda regata in moth” – afferma Giancarlo –  “Io devo crescere ancora tanto con questa barca e ciò significa passare ore in acqua. Rispetto all’europeo ho fatto qualche piccolo passo avanti; del resto l’unico modo per migliorare è fare tante regate, confrontarsi direttamente con gli avversari (…). Il motivo per cui ho intrapreso questa avventura con il moth è cercare di apprendere tutto il possibile sul foil per poi riportare l’esperienza nel mio mondo, la vela oceanica. La barca è divertente, appassionante e i ragazzi della classe italiana sono davvero simpatici”.

Il prossimo appuntamento con la classe italiana Moth è previsto per il 2 settembre a Punta Ala, dove per tre giorni si svolgerà il campionato italiano open e il quarto atto del circuito europeo a tappe Moth Euro Cup.

Una speciale menzione va fatta anche per Stefano Rizzi, primo tra gli italiani all’europeo moth e sesto overall su 74 partecipanti. Anche durante la Foiling Week Rizzi è riuscito a guadagnarsi il terzo posto overall dietro al velista inglese della Volvo Ocean Race Robert Greenhalgh e a David Hivey.

Lascia un commento