Edoardo Tanas è il nuovo Campione Europeo Techno 293

I Campionati Europei Techno 293 disputati a Sopot, in Polonia, dal 25 al 30 luglio, si sono conclusi nel migliore dei modi per la squadra italiana, che ha conquistato due splendide medaglie d’oro. A laurearsi campioni continentali sono stati Giorgia Speciale della SEF Stamura Ancona nella categoria Under 17 femminile ed Edoardo Tanas della Fraglia Vela Malcesine nella categoria Under 15 maschile. Per Giorgia è l’ennesimo trionfo di una carriera sportiva straordinaria e per Edoardo il primo successo di un atleta del Garda nella ventennale storia del windsurf giovanile. Anche la giornata conclusiva, ieri, è stata ritmata dal vento debole che ha improntato l’intera settimana di competizioni.
Analizzando le varie categorie, Giorgia doveva rimontare un punto alla sua accreditata rivale, l’israeliana Shira Benbenisti. Raggiunta la parità dopo la prima prova, nella seconda è bastato il quarto posto contro il sesto dell’avversaria per replicare il titolo Europeo conquistato lo scorso anno in Lettonia. Una vittoria combattuta e tenacemente vinta dopo una contesa punto a punto. Il successo italiano è stato completato da un’eccellente prestazione corale, con il settimo posto di Marta Tanas della Fraglia Vela Malcesine e con il decimo di Enrica Schirru del Windsurfing Club Cagliari. Per la cronaca il bronzo è stato vinto dalla polacca Lidia Sulikowska.
Splendido anche il successo di Edoardo Tanas della Fraglia Vela Malcesine, che ha condotto una serie tutta in ascesa, riuscendo nell’ultima prova a superare l’israeliano Eyal Zror che alla fine ha ceduto il titolo per un punto. Medaglia di bronzo al francese Mathys Ghio, a tre lunghezze, mentre Gabriele Guella del Circolo Surf Torbole chiude tredicesimo.
Ottima protagonista nella categoria Under 15 femminile è stata Marta Monge del Circolo Nautico Loano, che per tre giornate ha condotto la competizione e alla fine ha chiuso sesta, quinta tra le europee. Titolo alla francese Elisa Jariel, argento alla connazionale Mathilde Garandeau e bronzo per l’israeliana Sharon Kantor. Le altre migliori italiane sono risultate al 15mo posto Lavinia De Felici della LNI Civitavecchia, seguita immediatamente da Gaia Busetta della Canottieri Marsala e dalla sorella Lavinia De Felici.
Rilevante nella categoria Under 17 maschile il settimo posto di Nicolò Renna del Circolo Surf Torbole, autore di una ottima prestazione in condizioni che non sono state sicuramente le sue predilette. Titolo all’israeliano Itai Kafn, seguito dal francese Fabien Pianazza e dall’altro israeliano Gad Matosevich. Anche in questo segmento ottima prestazione di squadra con il decimo posto di Federico Ferracane della Canottieri Marsala e l’undicesimo di Nicolò Gatti del Circolo Surf Torbole.
Italia, Francia e Israele si confermano così le nazioni leader della classe Techno 293, in campionati che anno dopo anno crescono per il numero dei partecipanti e di qualità tecnica. Il prossimo appuntamento adesso è per i Campionati Mondiali in programma al Circolo Surf Torbole a fine ottobre, mentre gli Europei 2017 si svolgeranno sempre a fine luglio a Lorient, nella regione francese della Bretagna.
Questo il commento di Mauro Covre, Responsabile dell’attività giovanile delle tavole a vela e Team leader della spedizione azzurra a Sopot. “Ci siamo presentati all’Europeo con una buona squadra e atleti validi in tutte le condizioni di vento, la dimostrazione che sia la FIV che la classe e i circoli hanno impostato un lavoro di alta qualità. In tutto, grazie anche al notevole impegno degli istruttori dei club, erano ben 35 gli azzurri presenti, una flotta numerosa e, insieme agli israeliani, la più qualificata. Giorgia ed Edoardo hanno vinto il titolo all’ultima prova dell’ultimo giorno, è stato quindi un Campionato combattuto fino all’ultimo bordo… Giorgia è partita bene nell’ultima prova, alla prima boa era davanti, poi la Benbenisti ha iniziato a recuperare, alla seconda poppa erano vicinissime, ma Giorgia ha strambato interna ed è riuscita a conservare un piccolo vantaggio sull’avversaria. Si tratta di una conferma e anche nella tavola olimpica RS:X è già riuscita a primeggiare nell’ambito degli Under 17, all’Europeo di Helsinki, ma dietro di lei c’è un gruppo che cresce, vedi i risultati di Marta Tanas ed Enrica Schirru, che hanno chiuso in top ten. Anche nell’Under 17 maschile abbiamo assistito ad una lotta molto serrata tra Edoardo Tanas e i suoi avversari diretti, che alla fine siamo riusciti a vincere. Anche in questo caso bene la vittoria, ma anche gli altri ragazzi, a partire da Nicolò Renna, sono andati bene. In generale non posso che essere molto soddisfatto: il livello della classe Techno 293 è sempre più in crescita, in tutte le nazioni e sopratutto in Italia, che può contare su oltre 400 tesserati. Sono numeri importanti, che dimostrano la vitalità dello sport in generale, oltre che della tavola a vela nello specifico”.

Lascia un commento