Arkanoè Aleali: È argento Corinthian al Campionato Italiano Melges 24

La grande flotta europea Melges 24 si è data appuntamento a Riva del Garda, per la quarta tappa di European Sailing Series 2016, valida anche per l’assegnazione de Campionato Italiano Melges 24. Tanto vento, 36 barche in acqua provenienti da 13 nazioni, tutti i più forti interpreti della classe presenti a quella che viene considerata la tappa più classica e più divertente del velocissimo monotipo, che col vento teso del Garda si esalta in planate spettacolari.

I ragazzi di Arkanoè Aleali by Montura si presentano per la terza volta a Riva: Sergio Caramel al timone, Davide Bianchini alla tattica, Riccardo Gomiero tailer, Margherita Zanuso prodiere e Federico Gomiero alle drizze, età media 21 anni, come sempre l’equipaggio più giovane al via.

Dopo il 32° posto (12° corinthian) dell’anno scorso, quest’anno Arkanoè sailing team conferma ancora una volta la sua crescita sportiva e la sua maturazione agonistica con un ulteriore netto miglioramento. In classifica generale Europea concludono al 16° posto assoluto (7° corinthian), mentre nella classifica estrapolata del Campionato Italiano concludono al 6° posto assoluto e soprattutto al 2° posto corinthian. Davanti a loro, nomi famosi: Andrea Racchelli vice campione Mondiale e Campione Italiano in carica (il vincitore), l’olimpionico Matteo Ivaldi, Campione Europeo in carica (il secondo), Carlo Fracassali, già Campione Mondiale di classe con Nicolò Bianchi alla tattica (il terzo), Andrea Pozzi con Giulio Desiderato alla tattica, reduci dalla vittoria a Kiel e dal primo, esperto corinthian Giacomo Fossati su Taki4. Migliore prova della serie il 6° posto in race 1, seguita da due ottimi piazzamenti al 12° in race 5 e 14° in race 2. Tra i corinthian italiani, solo all’ultima prova Taki 4 ha superato Arkanoè che è invece incappato in una giornata no. “Siamo soddisfatti delle prime due giornate di regate e invece delusi dell’ultima dove abbiamo sbagliato due regate. Dobbiamo imparare ad essere più continui e regolari, anche perché in questa flotta super competitiva, basta un niente o un piccolo errore o una manovra imprecisa e ti passano 10 barche…Dall’anno scorso siamo cresciuti, tanto che dopo 3 regate, il primo giorno, eravamo decimi assoluti e terzi corinthian nella flotta Europea.”

L’equipaggio più giovane, a bordo di ITA 139, la barca con più storia e anni sulle spalle, oggi Campioni Europei Sportboat corinthian, si sono fatti notare anche per i nuovi test ai capi Montura, ormai nella fase finale di preparazione per la futura linea dedicata alla vela e al mare.

Lascia un commento