Il Campionato Europeo ORC 2016 si avvia alla conclusione

La seconda regata d’altura è partita dopo un breve rinvio in attesa del vento, che è arrivato puntuale, stabilizzandosi fra i 7 e i 10 nodi nella quarta giornata di regate al Campionato Europeo 2016. La Classe A/B ha regatato su un percorso su e giù per la baia fra le penisole di Cassandra e Sithonia della Calcidia, su una lunghezza di 26 miglia, mentre la Classe C ha regatato nella stessa zona su un percorso un po’ più corto, 23 miglia.

Le condizioni di vento leggero hanno confermato i vincitori sia nella Classe A/B che nella C che continuano a dominare la classifica. Duvetica Grey Goose, con un equipaggio triestino guidato da Daniele Augusti ha ottenuto la sua prima vittoria di giornata, con un distacco di 3′ sul secondo, l’XP 38 di Andrew Holdsworth, che vive a San Francisco ma ama regatare in Mediterraneo. Al terzo posto Meliti IV-Musto, il Grand Soleil 42 di George Andreadis, già Campione del Mondo a Brindisi nel 2009, che ha consolidato la seconda posizione nella classifica generale.

Con l’applicazione dello scarto è la terza posizione del podio che rimane aperta per le ultime regate di domani. Lo scarto di una squalifica per BFD nella seconda regata ha fatto balzare in terza posizione Morgan IV, il Grand Soleil 39 di Nicola de Gemmis di Bari, ma una penalizzazione per un’ancora troppo piccola e un errore di percorso nella regata lunga lo hanno fatto precipitare al tredicesimo posto. Tre barche si trovano a pari punti e in lotta per il terzo posto: My Way, il Rodman 42 dio Atene Campione ellenico in carica, Extreme Ways e Blue Sky, il Grand Soleil 43 di Claudio Terrieri.

Nella Classe C lo scarto non ha avuto effetti sulla classifica dei leader italiani ed Estoni ai vertici della classifica, con Katariina, l’Arcona 340 di Aivar Tuulberg Arcona 340 venuto dall’ Estonia che è riuscito ad imporsi al dominatore del campionato, Scugnizza di Vincenzo de Blasio arrivato da Napoli con una marcia in più rispetto agli avversari.

Fra la classifica “corinzia”, riservata ai dilettanti puri, in Classe A/B’s è il Bana Bioletta 3 di Giannis Sykaris’s, l’ILC 40 nato in Italia come Mago di Oz che con un 9° posto oggi ha consolidato il primato, mentre in Classe C Akis Tsalikis’s col suo X-35 Oxygonon’s con un quarto posto si è portato al comando scavalcando il giovane equipaggio triestino di Northern Light, ma con soli 2.5 punti di vantaggio, la lotta rimane aperta.

Domani è previsto più vento, e con due regate ancora a disposizione per completare il programma, ci sono ancora possibilità di cambiamenti sul podio. Lo sapremo domani.

Lascia un commento