Weekend di regate sociali per il Circolo Nautico Chioggia

Weekend dedicato al Festival delle derive e alle regate sociali per le classi Dinghy e Snipe e valide per l’assegnazione dei Trofei Malieni e Belpesse Sabato le previsioni di aria leggera che mettevano a rischio il tradizionale giro della Perognola erano smentite da una sufficiente aria da ESE; 14 le imbarcazioni ai nastri di partenza, la flotta Snipe con 5 imbarcazioni che rappresentano il massimo che la Flotta locale può esprimere in questo momento, i Dinghy con 6 imbarcazioni che hanno positivamente sfruttato il “traino” con il precedente Trofeo dell’Adriatico, e poi ancora un 470, un 420 e una deriva equiparata ad uno Zef. Barche pronte in perfetto orario tanto che il CdR può addirittura anticipare di 5 minuti la partenza, allineamento tra il gommone portato dai soci Varagnolo Denis e Lazzarin Ornella e la barca della famiglia di Rino Penzo sempre disponibile per questa manifestazione.

Al via le imbarcazioni si involano con un bordo unico verso l’imbocco della Perognola, subito in testa gli Snipe con Tom e Teo Stahl seguiti dai Zambonin, Egidio e Massimo, e da Corrado Perini con Daniela Berto e la figlia Asia, ma l’incognita di questa edizione sarà il distacco da infliggere ai Dinghy e soprattutto ai Dinghy Classici che vantano un rating ancora migliore. In effetti la prima parte del percorso prevalentemente in andatura portante non permette agli Snipe di allungarsi troppo sui Dinghy, veloci in queste andature, non appena però il Canale della Perognola svolta a Sud e le imbarcazioni devono affrontare angoli più stretti comincia la corsa contro il tempo; allungano gli Snipe di Stahl e Perini, dal gruppo dietro emerge lo Snipe condotto da Stefano Umberto Penzo con Lisa Locatello, i Dinghy perdono contatto. Ultimo tratto in laguna ed è bolina vera, Tom e Teo Stahl attraversano troppo presto e restano invischiati nelle bonacce provocate dallo Sporting Club, ne escono in tempo per mantenere la leadership della regata ma perdono secondi preziosi per il compensato. All’arrivo in Bacino Vigo si presentano Tom e Teo Stahl ancora con un vantaggio rassicurante su Corrado Perini e famiglia e sull’ormai vicinissimo Snipe del Presidente con Lisa La Stramba, dopo 10 minuti i primi Dinghy con Ezio Donaggio in testa, ancora due minuti per il primo Dinghy Classico di Marino Barovier, chiudono 470, 420 e Zef. In effetti il calcolo dei compensi qualche sorpresa la riserva, i Stahl mantengono un minuto di vantaggio su Ezio Donaggio ma tutti devono inchinarsi al Dinghy Classico di Marino Barovier che balza al comando per una quarantina di secondi.

Domenica si replica con Dinghy e Snipe, Trofeo Malieni valido per il Campionato Sociale Dinghy e Trofeo Belpesse valido per Sociale e Zonale Snipe; mattinata rallegrata dall’arrivo di un signore tedesco, Karl Heinz, che in settimana aveva portato via mare un Laser da Albarella per partecipare al Festival ma poi ha sbagliato giorno presentandosi alla domenica, nessun problema grazie alla disponibilità di Roberto Miotto che se lo imbarca come prodiere sul suo Snipe. Ma la mattina si presenta con una bora sostenuta sui 18/20 nodi, il CdR con Belinda Maniero, Giovanni Borsa, Giovanni De Dominici e Franco Schiavon giustamente temporeggia poi nel primo pomeriggio abbandona l’idea di andare in mare ed esce per misurare l’intensità del vento in Perognola che in quel momento è ancora con raffiche sui 16 nodi: Intelligenza su A e tutti a casa. La giornata però è bella e qualcuno resta in attesa che il vento ormai visibilmente in calo scenda ancora un po’; verso le 15.30 scendono in acqua 5 Snipe per un Giro della Perognola che, di comune accordo, assegnerà comunque il Trofeo Belpesse, si aggregano anche 3 Dinghy che invece regateranno solo per puro divertimento. Varagnolo Mario Denis e Perini Nelson sono i soci che ci permettono di divertire, ci danno una partenza con il gommone e ci seguono per tutto il percorso anticipandoci a registrare gli arrivi: grazie!!! La partenza è un po’ caotica anche per la contemporanea partenza di alcune barche di Oltremare che seguono lo stesso percorso, Perini, Zambonin e Miotto scelgono la sinistra mentre Penzo e Stahl optano per il lato destro della laguna ed è la scelta vincente, da sx solo Perini – Berto riescono ad agganciarsi ai primi due, il terzetto si invola lungo il Canale della Perognola con distacchi immutati per lunghi tratti, poi ritornati in laguna la regata si riaccende, molto vicine le tre barche ma Stefano Penzo e Lisa Locatello riescono a mantenere il vantaggio seppure per pochi metri su Tom e Teo Stahl e ad aggiudicarsi il Trofeo Belpesse.

Lascia un commento