Sali a bordo de Il Moro di Venezia con la Sail Experience

Rivivi il sogno e sali a bordo de Il Moro di Venezia.

Un’esperienza unica su una barca iconica senza tempo, simbolo di eccellenza italiana, design e innovazione tecnologica in una delle città più belle al mondo, Venezia.

Un’emozione forte in una location magica, a contatto con uno sport dal grande fascino come la vela, avvolti dai ricordi di una storia vincente che rese l’Italia capace di competere ai vertici mondiali.

L’evento – che si svolgerà il 2 luglio – si articolerà su tutta la giornata: l’equipaggio del Moro di Venezia vi accoglierà con un briefing introduttivo alla mattina per poi mollare gli ormeggi e partire per una prima sessione di vela dove parteciperete attivamente a tutte le manovre; verrà offerto un pranzo veloce a bordo e di nuovo una seconda sessione di vela; la chiusura con il passaggio nel cuore del bacino San Marco ed un suggestivo aperitivo offerto a bordo. 

Tutte le informazioni su: Il moro di Venezia – Facebook

LA STORIA

Era il 1987, Dennis Conner aveva appena riportato la Coppa America negli USA e il San Diego Yacht Club riceveva già 22 sfide. Ne deriva così la decisione di creare per la prima volta nella storia della Coppa una classe, il nuovo Classe Coppa America (IACC), barca più grande, più invelata e più moderna del 12 Metri JI.
Alla fine le nazioni a competere saranno sette. Per partecipare alla Louis Vuitton Cup a San Diego del 1992 una ventina di barche sono messe in cantiere. L’italiano Raul Gardini manifesta chiaramente le sue intenzioni facendo costruire cinque versioni de Il Moro di Venezia, una campagna senza precedenti nella storia della vela.
Il Moro arriva in finale di Louis Vuitton Cup, si ritrova sotto 4 a 1 contro New Zeland. Ad ogni conferenza stampa, la tensione aumenta. Raul Gardini e Paul Cayard, il timoniere, riescono ad innervosire i neozelandesi, ottengono persino l’annullamento di una regata e ne scaturisce un’incredibile rimonta che porta gli italiani al successo per 5 a 3.
Arriva così la sfida al Defender America3, persa la prima e a pochi metri dall’arrivo della seconda regata le barche erano vicinissime e parallele, Cayard ebbe allora un’idea geniale: allentò di colpo il tangone dello spinnaker in modo che la vela volasse oltre la prua, tagliando la linea d’arrivo un soffio prima dei rivali.
Il Moro non vincerà anche l’America’s Cup, ma resta ad oggi l’unica barca italiana ad aver vinto una regata di questa mitica competizione, il più antico trofeo sportivo del mondo per cui si compete tuttora.

LA BARCA

Un’icona di prestigio avvincente ed emozionante.
Il Moro di Venezia America’s Cup International 7 (AC-I7), ormeggiato nell’incantevole Marina Sant’Elena a Venezia, è la sola tra le 5 imbarcazioni della campagna del 92 ad essere ancora in acqua e che, quindi, ancora oggi regata e permette di rivivere le emozioni di San Diego.

Lascia un commento