Una partenza emozionante per La Cinquecento

La 42^ edizione de La Cinquecento Trofeo Phoenix organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con Marina 4 e Phoenix Informatica Bancaria, con il patrocinio e contributo del Comune di Caorle, la partnership di Birra Paulaner, Astra Yacht, Dial Bevande, Techimpex è partita regolarmente oggi domenica 29 maggio alle ore 14.00.

Le previsioni meteo annunciate ieri nel corso dello skipper meeting da Andrea Boscolo sono state rispettate in pieno: una perturbazione atlantica ha investito l’area di partenza, consegnando un avvio di regata come non si vedeva da anni a La Cinquecento. Cielo plumbeo, scrosci di pioggia e secchiate d’acqua salata dal mare, un vento di scirocco intorno ai venti nodi con raffiche fino a venticinque e onda formata, con equipaggi incerata e rande con una o due mani di terzaroli.

Alla boa di disimpegno posta di fronte alla Chiesa della Madonna dell’Angelo di Caorle, Be Wild, Swan 42 di Renzo Grottesi ha subito preso il comando della flotta nella classe XTutti, seguito a poche lunghezze da Illumia 12 di Michele Zambelli e Luca Tosi, primi della classe X2 decisamente a loro agio in queste condizioni meteo-marine.

Seguivano a breve distanza Macropus dello sloveno Bostjan Jancar, Give me Five timonata da Davide Bivi, Amanda di Andrea Marcellan, Marrakech Express di Gratton/Budinich e Wanderlust di Furio Gelletti, vincitore assoluto della 500×2 2015 che si rimette in gioco con un nuovo partner, il minista Franco Vaccari.

Tra i 37 partecipanti all’edizione 2016 moltissimi ex-ministi su Vaquita, campioni ed esperti, globetrotter dei mari ed appassionati: l’entusiasmo per l’altura a Caorle contagia tutti e in questa edizione nulla è scontato e più che mai aperto. Anche una partenza conservativa come quella del 60 piedi My Way di Michele Cassano/Emanuele Gerosa, degli esperti Silvio Sambo/Dario Malgarise su DemonX Aldo Palmisano Int. o del vincitore della 500XTutti 2015 Super Atax di Marco Bertozzi potrebbero dare risultati inaspettati.

L’instabilità dovrebbe perdurare per le prossime 24 ore. La flotta dirige spedita verso il primo waypoint di Sansego, probabilmente bolinando non senza difficoltà, almeno per questa primissima parte di regata.

Lascia un commento