Giornata piena all’ORC Sportboat European Championship

Ancora una splendida giornata di sole ha baciato il campo di regata di Chioggia dove si sono disputate ben quattro regate valide per il Campionato Europeo ORC Sportboat 2016 organizzato da il Portodimare e dall’Offshore Racing Congress.

Un bel vento teso arrivato a toccare i 12 nodi ha creato le condizioni migliori per la disputa delle quattro regate tecniche sulle boe, tutte su percorsi tra le 4 e le 4,5 miglia e gli equipaggi hanno potuto esprimere al meglio tutte le loro abilità tecniche e di tattica. Continua la lunga serie di primi piazzamenti di Mind The Gap il Fat 26 di Andrea Cavagnis condotto da Enrico Zennaro che ha messo a segno altre quattro vittorie, occupando così sempre più saldamente la testa della classifica.

Chi ha fatto un exploit è Vincenzo Graciotti sull’SB 20 OD Flexlogik che nelle quattro regate di oggi non è mai sceso sotto il terzo piazzamento, conquistando il secondo piazzamento in overall paripunti 21 con il terzo Chardonnay, Delta 84 di Ezio Guarnieri. Soli tre punti dividono Spirito Libero, il Protagonist 750 di Claudio Bazzoli dal podio. Durante tutta la giornata queste tre imbarcazioni si sono alternate di posizione sul podio con distacchi in tempo compensato spesso racchiusi in meno di 10 secondi .

“Siamo andati bene oggi perché noi ci alleniamo, usciamo presto in barca e la sera non andiamo in giro a fare baldoria” dice Vincenzo Granciotti armatore di Flexlogig ” vengo da Numana e sono fuori zona, ma ho fatto il servizio militare a Venezia, mi sono divertito e ho regatato abbastanza in queste acque. Già negli anni ’80 ho partecipato ad un campionato dove ero in testa fino all’ultimo giorno quando nella regata lunga ho rotto il timone. Il mare e la vela sono per me una grande passione ‘ verso il mare che è l’infinito’ è la frase di Leopardi che ho fatto mia”.

Stessa situazione tra i Corinthian dove al termine della giornata è Arkanoè , il Melges 24 di Sergio Caramel domina la classifica sul team francese TNT, Nitro 80 di Frederic Peroche, e sugli olandesi di Khulula , Esse 850 di Wagter . “Siamo molto soddisfatti di come stiamo procedendo e del nostro posizionamento in classifica” dice Ancel Erwan .

” Le condizioni meteo di vento stabile e meno corrente in acqua ci hanno consentito di poter effettuare quattro prove e rimetterci correttamente nel programma. C’era ancora tensione sul campo di regata, tanto da causare degli OCS, ma al termine della giornata i team mi sembrano stanchi ma contenti” ha osservato Giancarlo Crevatin presidente del Comitato di Regata soddisfatto della giornata.

Mentre si attendono condizioni meteo meno favorevoli ci si accinge a preparare l’ultima giornata di regate con una o al massimo due prove.

Lascia un commento