Transadriatica, vince Dakota

L’andata in condizioni difficili, con temporale e  bora fino a 28 nodi, e il ritorno più lungo che si sia mai verificato per colpa della bonaccia che ha fermato le barche a poche miglia davanti all’Istria fin oltre l’alba fino all’arrivo di un leggero scirocco. La 33° edizione è stata una Transadriatica non facile con numerose barche che si sono ritirate nella prima o nella seconda tappa o che non sono riuscite a tagliare in tempo l’arrivo al ritorno. Il primo ad arrivare tra le bocche di Porto del Lido domenica è stato Fiordiluna di Mimmo Dupuis (Circolo Nautico Chioggia) alle 16.41, seguito da Spritznaker di Andrea Groppo (Circolo Nautico Chioggia) alle 16.45, da Dakota di Marco Zambon (Circolo Nautico Chioggia) alle 16.52, da Sophie di Enrico Catarra (Diporto Velico Veneziano) alle 16.53. Il termine massimo per tagliare l’arrivo fissato alle 17 in via eccezionale è stato spostato di un’ora su decisione del Comitato di regata, permettendo di tagliare il traguardo a Don’t forget to smile di Giampietro Sforza (Il Portodimare) alle 17.07, Ciao Bei di Michele Dolcetta (Diporto Velico Veneziano) alle 17.12 e a Ozons di Philippe Feret (Diporto Velico Veneziano) alle 17.53. Di 23 barche partite da Cittanova alle 21.18 dopo una partenza annullata per assenza di vento, in 8 si sono ritirate e in 8 non sono riusciti a finire la regata in tempo.

Le classifiche finali al termine delle due prove sono divise in classi. Per la prima classe il primo per un soffio è Dakota (CNC), seguito da Spritznaker (CNC) e al terzo posto da Sophie (DVV). Per la classe 2 vince Dont’f forget to smile (Il Portodimare), secondo è Fiordiluna (CNC). Il primo della classe 3 è Ciao Bei (DVV) seguito da Albatravel di Pierfrancesco Dal Bon (DVV) che però ha fatto solo la prima delle due tappe. Al terzo posto Chaparra di Gianmichele Triburzio (DVV). Per la classe 4 il vincitore è Ozons (DVV), seguito da Fast Lady di Alfonso Martinazzi (SVCaorle) e al terzo posto Taboo di Bruno Luppi (DVV).

Le premiazioni saranno fatte in occasione del Trofeo dei Miti organizzata dal Diporto Velico Veneziano il prossimo 10 e 11 settembre.

Lascia un commento