Lega Italiana Vela: A Salò nella prima giornata guida SV Barcola Grignano

Condizioni a dir poco eccezionali – con la tipica termica del Garda in tarda mattinata e con un “Ander”, la brezza da Sud Ovest,  che nel pomeriggio ha soffiato fino a 15 nodi – per la prima giornata della selezione di Salò della Lega Italiana Vela: i nove equipaggi in regata si sono misurati nei primi tredici voli, un super lavoro in mare che ha permesso di avere chiari i valori in campo. Grande spettacolo a terra, con le regate disputate tutte a pochi passi dalla riva del Lago, in una cornice unica e perfetta per valorizzare lo spirito della sfida tra Club e il ritmo serrato delle regate a bastone di 15 minuti di durata, con circa cinque minuti di pausa tra una prova e la seguente.

Società Velica di Barcola e Grignano (Michele Paoletti al timone) figura in testa alla fine della prima serie di prove con 32 punti, tallonata da Circolo Canottieri Aniene (Lorenzo Bressani al timone) con 28, i padroni di casa del Canottieri Salò (Pietro Corbucci) in terza posizione a 26 punti e Circolo Velico Ravennate (Michele Mazzotti capitano e timoniere) con Circolo Vela Gargnano (Pier Luigi Omoboni capitano e timoniere) appaiati a 25 punti ai piedi del podio.

La formula delle regate della Legavela ha evidenziato ancora una volta spettacolarità e necessità di affiatamento tra i rappresentanti dei club che compongono l’equipaggio: la serrata serie di regate, infatti, impone concentrazione e capacità di attivare la giusta tattica contro i diretti avversari: Società Velica di Barcola e Grignano, dopo una prima prova opaca ha velocemente rimediato, mantenendosi sempre nelle parti alte della classifica. Bressani (Aniene) è incappato in un OCS, una partenza anticipata che ha rallentato momentaneamente la corsa, ma ha subito ripreso vigore con una partenza eccezionale nella prova 9. I padroni di casa di Salò hanno iniziato lentamente, ma nelle prove pomeridiane con vento più fresco hanno agguantato il terzo posto; Circolo Velico Ravvennate ha giocato la carta della costanza, restando sempre in contatto, in ogni prova, con i primi e accumulando punti importanti in graduatoria, ma già domani si rimetterà tutto in discussione perché la formula Legavela non prevede scarti e non consente errori.

“È stata una fantastica giornata di Legavela – ha dichiarato il Presidente della Legavela, Roberto Emanuele de Felice – tutte le potenzialità della formula sono emerse in 13 spettacolari regate, dove gli equipaggi si sono dati battaglia senza esclusione di colpi e senza restare mai indietro. Un ritmo serrato ha permesso di trovarci avanti nel programma, con ben più di un terzo di regate svolte e di portare a Salò un grande, grandissimo spettacolo. Sono particolarmente soddisfatto perché i Club presenti hanno garantito da subito un elevato livello: i gardesani hanno sfruttato soprattutto nelle prime prove il fattore campo, che qui si misura in particolare nella gestione della corrente, Barcola-Grignano e Salò hanno messo a frutto il potenziale di equipaggi di grandi esperti, e Ravenna si dimostra un osso veramente duro. Ottima sorpresa anche i Protagonist 750, scafi davvero maneggevoli con il vento leggero e adatti a questo tipo di regate. È prestissimo per considerare definita la classifica: come abbiamo visto lo scorso anno a Napoli e a Porto Cervo, alla finale europea, la nostra formula tiene in sospeso il risultato fino alla fine, è avvincente, e si deve combattere fino all’ultima regata”.

Domani appuntamento per la seconda giornata di regate: prima prova in programma alle 11.30.

Lascia un commento