Yacht Club Hannibal: Tra tradizione e innovazione una stagione da scoprire

E’ ancora tutta da scoprire la stagione per lo Yacht Club Hannibal, impegnato non solo nel celebrare il cinquantesimo anniversario della Scuola Vela Tito Nordio con nuovi corsi, ma anche in numerosi eventi e in una promozione del club a 360°.

Artefice e regista, a capo di una squadra entusiasta, è Loris Plet, apprezzato velista monfalconese con numerose vittorie nel suo palmares, che dallo scorso anno ha assunto laDirezione del club con l’entrata in carica del nuovo Consiglio Direttivo.

“Lo Yacht Club Hannibal ha un passato glorioso, un presente molto soddisfacente e un futuro ancora tutto da scrivere.” Dichiara Plet “Siamo consapevoli di quanto il nostro nome sia legato a quello della Scuola Vela Tito Nordio, ma quest’anno volgiamo far emergere anche tutte le altre anime del nostro club.”

La stagione 2016 si annuncia ricca: regate, eventi e promozione del club nei maggiori campi di regata nazionali attraverso il Team Altura YCH, una sigla sotto cui si riuniscono gli armatori YCH, creatura cui tiene particolarmente Loris Plet : “Tra le molte barche ormeggiate al Marina Hannibal, ci sono diversi armatori che fanno regate in vari circuiti, con ambizioni competitive. Abbiamo pensato di offrire loro la possibilità di allenarsi, sostenendoli nei loro obiettivi di stagione, per fare Team insieme.”

15 sono le imbarcazioni con i relativi armatori ed equipaggi che fanno parte del Team Altura YCH, alcuni dei quali nel 2015 hanno ottenuto brillanti risultati incompetizioni di altro profilo e hanno iniziato la stagione agonistica 2016 con risultati altrettanto lusinghieri.

Mummy One di Alessio Querin che si è laureato Campione Italiano Minialtura e CampioneItaliano classe B 2015, quest’anno ha debuttato con soddisfazione nel circuito J70 con il Mummy One 2.0, Margherita di Piero Burello regata con successo in competizioni d’altura (nel 2015 la vittoria Overall ORC nella 500xTutti), Kika Green Challenge, Class 40 dei fratelli Verardo ha vinto lo scorso anno la prestigiosa Middle Sea Race e sta partecipando a regate d’altura.

Oltre a loro, Pazza Idea Calvi Network di Pierluigi Bresciani con Alberini-Hmeljak in pozzetto, che debutterà domani 18 maggio nel prestigioso Farr 40 International Circuit a Sebenico, Mataran MK3 di Paolo Nordera, Silver Age di Matteo Knapich, Magica Luce di Danilo Valentini, Vahiné 5 di Lauro Berton, Talitha di Maurizio Merenda, Angelica IV di Carlo Luca Cazzaniga, Matrix di Clavarino Andrea, gli Arya 415 Grey Goose e Give me Five di Enrico D’Angelo, Barraonda di Lucio Provvidenti, Horus di Stefano Cavallo.

Anche il programma regate per la stagione è molto intenso, con particolare attenzione alle regate ORC nell’anno pre-mondiale.

Maggio e giugno sono dedicati alla Combinata Velica Monfalconese, organizzata da un comitato che comprende, oltre allo Yacht Club Hannibal, SV Oscar Cosulich, SN Tavoloni, SN Laguna, LNI Monfalcone e Compagnia del Vento. Si tratta di un programma articolato su cinque regate a bastone più una costiera, il TrofeoPrima Rondine co-organizzato dallo YCH e da Compagnia del Vento, su percorso Monfalcone-Grado e ritorno, che si disputerà il 21 maggio. Le premiazioni del Circuito si svolgeranno il 3 giugno.

Il 4-5 giugno sarà la volta della seconda edizione del Trofeo Marinas, organizzato in collaborazione con lo Yacht Club Porto San Rocco, una regata con partenza sabato 4 giugno su percorso costiero dal Marina Hannibal di Monfalcone con arrivo a Muggia e regate a bastone domenica 5 giugno.

L’11 e 12 giugno lo Yacht Club Hannibal sarà co-organizzatore della prima edizione della Portopiccolo Classic, riservata ad imbarcazioni classiche, Spirt of Tradition e Sciarelli, a cui parteciperà anche Angelica IV, lo splendido Sciarelli 56 del presidente dello YCH Carlo Luca Cazzaniga.

Il 23 e 24 luglio l’attenzione sarà rivolta ai giovani con il Festival delle Scuola di Vela Optimist, manifestazione non competitiva su invito, rivolta agli allievi delle maggiori scuole dei circoli della XIII e XII Zona FIV, che insieme ai ragazzi della Tito Nordio avranno la possibilità di vivere due giorni all’insegna dello sport e del divertimento presso le strutture della scuola, con prove in acqua, giochi a terra e proclamazione finale della migliore scuola vela.

Da martedì 30 agosto a domenica 4 settembre lo Yacht Club Hannibal con la partnership di Stroili Gioielli e la collaborazione dello Yacht Club Portopiccolo, organizzerà il Campionato Italiano Dinghy, che per il club ha il sapore di un ritorno a casa. Fu proprio con Il Dinghy, barca creata nel 1913 da un avvocato inglese, che nel 1928 Tito Nordio partecipò ai Giochi Olimpici di Amsterdam, classificatosi sesto.

Il programma della manifestazione, ancora in fase di definizione, prevede una dinner gala per gli equipaggi presso Portopiccolo venerdì 2 settembre, brifing ed eventi.

Oltre alla premiazione del miglior risultato di ciascuna categoria, sarà premiatoanche il primo equipaggio femminile con il prestigioso Trofeo Stroili Gioielli.

La stagione di regate si concluderà con la Portopiccolo Maxi Race, organizzata dall’omonimo club con la collaborazione dello YCH sabato 1 e domenica 2 ottobre.

Lascia un commento