Presentato il Campionato Italiano Minialtura 2016 sul Garda Veronese

Si è svolta nella prestigiosa sala Arazzi del Comune di Verona la presentazione del Campionato Italiano Minialtura 2016 (CIM2016) alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Alberto Bozza.

Sono intervenuti i Presidenti dello Yachting Club Torri del Circolo Nautico Brenzone e dello Yacht Club Verona che ha fatto gli onori di casa, e che hanno illustrato l’importanza di questa prima collaborazione tra circoli del medio Garda Veronese per una manifestazione importante, e il legame con la città di Verona che è l’entroterra di molti velisti plurivincitori in ambito Olimpico e Mondiale.

La Vice Presidente della Comunità del Garda, Arch. Bertelli, vicesindaco di Torri del Benaco sottolinea l’auspicio che queste collaborazioni, che vanno oltre i confini del proprio circolo, siano l’inizio di uno sviluppo della vela agonistica e non solo su uno specchio di lago che ha le caratteristiche uniche e estremamente apprezzate dai regatanti italiani ed europei che da anni lo hanno scelto per allenamenti e manifestazioni. Già molte realtà a livello italiano e internazionale insegnano che gli eventi importanti difficilmente possono essere gestiti da un solo Club sia per le risorse umane, sia per i mezzi sempre più professionali richiesti.

Il Panathlon di Verona che ha patrocinato la manifestazione, rappresentato dal Presidente Loda, assegnerà il Premio Fair Play nell’ambito del Campionato. Loda sottolinea come la Vela abbia le caratteristiche di Fair Play che unisce competizione in acqua all’unione del velisti a terra che stemperano, quasi sempre, dopo il rientro in porto con i tradizionali momenti conviviali.

La Federazione Italiana Vela assegna il titolo di Campione Italiano per le Classi Olimpiche, ovvero le “derive”, il titolo di Campione Italiano per le “barche d’Altura” e il titolo di Campione Italiano Minialtura che è destinato alle barche “cabinate” di lunghezza inferiore a 10 metri e inferiori a 2000Kg.

Queste sono la maggior parte delle imbarcazioni che animano la vita sportiva del Garda, ed è per questo che abbiamo voluto l’assegnazione del titolo Italiano con una regata sul nostro lago.

Lo abbiamo voluto sul “medio Garda Veronese” in quanto pensiamo che abbia caratteristiche perfette per questa manifestazione, centralità rispetto a tutto il Lago, facilità di accesso per chi viene dal mare, condizioni di vento molto varie che impegnano l’abilità degli skipper, assenza di vincoli meteo che caratterizzano altre zone del Lago. E la FIV ci ha concesso l’organizzazione di questo evento dopo un paio di edizioni “di prova”.

L’idea quindi di coinvolgere nell’organizzazione i Circoli che hanno base in questo tratto di Lago sia per cercare le necessarie sinergie operative, come ormai avviene in tutto il mondo per manifestazioni importanti, sia soprattutto per il rapporto di amicizia che lega i Circoli che pur non avendo una struttura logistica rilevante, hanno un passato sportivo di assoluto rispetto nel panorama della vela italiana, con campioni di assoluto prestigio a livello mondiale. Yachting Club Torri con Coppa America e Medaglia Olimpica, Mondiali ed Europei, Centro Nautico Brenzone con numerosi Atleti Olimpionici, e diversi mondiali vinti, Yacht Club Verona, con una tradizione nell’Altura, che rappresenta il legame con la città di Verona, residenza di molti degli atleti che sul Garda hanno poi sviluppato la loro preparazione.

Il Campionato Italiano Minialtura sarà su tre giorni di regata, per 8 prove complessive, con percorsi “bolina-poppa” che potranno essere visti dal pubblico dalla spiaggia, e una regata costiera tra Torri e l’Isola Trimellone, il sabato mattina che potrà essere seguita da terra nei passaggi dell’Isola e il transito da Castelletto, oltre che l’attivo a Torri.

Sotto il profilo tecnico saranno presenti le migliori imbarcazioni della categoria che hanno ottenuto l’accesso dopo le tre selezioni d’area, del Tirreno, Adriatico e Laghi. Attualmente sono già 13 iscritti provenienti da quasi tutte le zone veliche, la più lontana per ora è di Bari. Complessivamente sono attese oltre 50 imbarcazioni, per un totale di oltre 250 regatanti.

Una particolare attenzione sarà riservata alla imbarcazioni “Monotipo” ovvero quelle costruite in serie, rigorosamente tutte uguali che evidenziano l’abilità degli equipaggi, e che da sempre sono il “Dna” della vela del Garda, sia per diffusione sia per progettazione e sviluppo. Per loro sono previsti premi speciali. Molte Classi hanno inserito infatti questa manifestazione nei loro circuiti, fra tutti ricordiamo H22 per cui sarà tappa Nazionale.

È proprio ai regatanti abbiamo pensato in termini di ospitalità per dare loro un segnale del territorio con numerosi gadget non solo tecnici del mondo della vela, offerti da Quantum, Harkern, Spinlock, Sailtribe, ma anche offerti da aziende del territorio quali Brugi per le maglie a ricordo dell’evento, Cantina Valpantena, Avesani, Aia, Tenuta S. Anna, Birra Amaldi per la cena e i momenti conviviali al termine delle regate, e infine l’Hotel Gardesana che ospiterà la premiazioni sul porto di Torri e Egidio Premiazioni che stà realizzando i Trofei.

Memorial Gianni Bottacini

Il memorial nasce nel 2013 per ricordare la passione per la vela di Gianni Bottacini vittima di un incidente della strada. Armatore dal 1990 di un Surprise “Speedy” con il suo equipaggio per 25 anni è stato protagonista delle regate della Classe, Campione Europeo, 2 volte Campione Italiano, innumerevoli vittorie in ciascuna delle regate classiche del lago, 7 volte vincitore delle “sua” Centomiglia, e del Gorla di cui una volta vincitore assoluto delle imbarcazioni fino a 8 metri.

Non solo armatore, ma storico tesoriere e animatore della sua Classe Surprise, cui è dedicato nello specifico il Memorial, segretario per anni dello Yachting Club Torri, al seguito dei atleti gardesani a Olimpiadi, mondiali e Coppa America.

Di qui l’idea di un Memorial che sarà sempre innovativo sul piano tecnico cogliendo l’evoluzione della vela d’altura, e allo stesso tempo una festa per i velisti. La prima edizione ha avvicinato i Monotipo all’ORC, con la seconda è stata assegnata la selezione “Area Laghi”, e ora il Campionato Italiano Minialtura, già pensando a cosa proporre agli equipaggi per la prossima edizione.

Lascia un commento