Nel weekend il Trofeo dell’Adriatico Meteor, la storia

Si disputerà nel weekend a Chioggia l’edizione numero sedici del Trofeo dell’Adriatico classe Meteor.

Velaveneta ripercorre la storia della kermesse, nata nel 2001 mettendo in palio un bellissimo trofeo girante rappresentante una vela stilizzata in legno, manufatto del mitico artigiano chioggiotto Bepi Bragosseto.  Le prime edizioni del trofeo hanno avuto poca storia dal punto di vista tecnico per lo strapotere dell’imbarcazione Kookadurra del Circolo Velico di Gabicce Mare ma timonata dal chioggiotto Silvio Sambo, vincitore delle prime tre edizioni consecutive dal 2001 al 2003.

E’ indubbio che Kookadurra ha avuto grandi meriti nell’elevare il livello tecnico della flotta chioggiotta rappresentando un punto di riferimento importante anche a livello nazionale. Nel 2004 il gap fra la mitica imbarcazione azzurra e il resto della flotta era ormai colmato, Pio Pio di Massimo Schiavon poteva vincere le edizioni 2004 e 2005 mentre un’altra imbarcazione della Lega Navale Padova, Tyco di Marco Benesso timonata da Andrea Molinari, porterà a casa il trofeo nel 2006.

Il 2007 è l’anno della prima vittoria “ufficiale” del CNC con G&G timonato da Corrado Perini, ma il circolo locale vincerà ancora l’anno successivo questa volta con Engy di Stefano Pistore timonato ancora daSilvio Sambo. Nel 2009 Andrea Molinari fa il suo bis personale portando al successo Marasca dell’armatore Augusto Toson del Portodimare, mentre nel 2010 fa il bis Engy timonato però questa volta da Cesare Casoria e passato in quella stagione sotto i colori della Lega Navale di Chioggia.

Nel 2011 la regata farà parte del Circuito Nazionale Timonieri attirando un buon numero di imbarcazioni (17 Meteor secondo solo all’edizione del 2008 che con 21 imbarcazioni fece da warm-up al Campionato Italiano a Chioggia); la vittoria è andata ai forti riminesi di Città di Viserba del Circolo Nautico Fossa dei Mulini.

Come nel 2011,anche nel 2012 non è stato possibile regatare la domenica e il trofeo è stato assegnato sulla base delle tre prove del sabato: la vittoria è andata ad Engy, imbarcazione del CNC ma per l’occasione portata da Cesare Casoria del Portodimare.

Nel 2013, invece, non è stato possibile regatare il sabato e il trofeo è stato assegnato sulla base delle tre prove domenicali: la vittoria è andata ad Pio Pio , imbarcazione di Perencin Rino del Circolo Velico Conegliano, ma per l’occasione portata dal Marangon Luca del del Circolo Nautico Chioggia.

Anche nel 2014 non è stato possibile regatare il sabato e il trofeo è stato assegnato sulla base di tre belle prove combattute alla domenica: la vittoria è andata a Serbidiola , imbarcazione di Cavallarin Nicolò del Portodimare, con a bordo Pugiotto Suresh e Marangoni Edoardo. Nel 2015, con 4 prove disputate, 3 al sabato e una alla domenica, il trofeo torna per la 4^ volta ad Engy e per la 5^ volta a Silvio Sambo che l’aveva vinto per 3 anni consecutivi con Kokadurra e l’ultima volta, con Engy, nel 2008.

Lascia un commento