Presentata a Venezia la Adriatic Up

Adriatic-Up, dal 22 al 25 aprile tre giorni di regata d’altura in notturna con 5 circoli coinvolti e decine di barche in mare tra Venezia e Monfalcone. Si assegnano anche i trofei Juris, San Marco e Bergamo

Tre giorni di regata, cinque circoli coinvolti, decine di barche già iscritte e tante altre che lo stanno per fare. E’ in programma tra il 22 e il 25 aprile la seconda edizione della Adriatic-Up regata d’altura dedicata alle Classi Orc, Monotipo e Open. Una regata da disputare in orario notturno e che nasce con l’intenzione di sviluppare sempre più la collaborazione fra circoli velici della costa dell’Alto Adriatico.

La manifestazione è stata presentata questa mattina nella sede storica della Compagnia della Vela dal presidente Ugo Campaner e dai presidenti dei circoli che organizzano la regata Giancarlo Moretto del Circolo Vela Mestre, Michele Giorgiutti del Diporto Velico Venezia oltre ad Andrea Pavanini presidente della Lega Navale Venezia.
Il trofeo, nato da un’idea del Circolo della Vela Mestre e della Lega Navale sez. Di Monfalcone, quest’anno ha trovato la collaborazione anche dei tre circoli veneziani: Compagnia della Vela, Diporto Velico Veneziano e Lega Navale sez. Venezia.

«E’ una regata nata da un’idea lanciata durante una cena tra amici del nostro Circolo di San Giuliano e la Lega Navale di Monfalcone pensando ad una nuova formula che rilanciasse la regata d’altura – spiega Giancarlo Moretto, presidente del Circolo Vela Mestre – L’esperimento ha avuto un grande successo nella prima edizione del 2015 con numerose barche di professionisti in gara che ci hanno poi spinto a continuare su questa strada e con questa formula. Da qui abbiamo pensato di coinvolgere i circoli veneziani e siamo arrivati a questa nuova formula con regate di andata e ritorno in notturna. Un evento che potrebbe diventare un appuntamento da inserire nel calendario nazionale d’accordo anche con la Federazione».
Per rendere ancora più interessante e avvincente la regata sono stati inseriti tre prestigiosi e decennali trofei come il “Trofeo Juris”, il “Trofeo Bergamo” e il “Trofeo San Marco”: gli appuntamenti sociali che si svolgevano in tre giorni diversi  nel mese di Aprile e che assieme davano nome alla Settimana Velica Veneziana. Il trofeo “Juris”, organizzato dalla Compagnia della Vela, si svolgeva in ricordo e intitolato all’ex presidente del circolo scomparso nel 2000 proprio mentre era presidente del club lagunare. Il trofeo “Bergamo” organizzato dalla Lega Navale Italiana sezione di Venezia che ricorda, invece, allo stesso modo un ex socio scomparso. Il trofeo “San Marco”, infine, organizzato dal Diporto Velico Veneziano ha questo nome perché si organizza ogni anno il 25 aprile, giorno della festa del patrono di Venezia, San Marco.

«L’Adriatic-Up ha una sua storia, seppur molto breve – ha spiegato Ugo Campaner, presidente della Compagnia della Vela -. A questa brillante idea del Circolo Vela Mestre e della Lega Navale di Monfalcone abbiamo pensato di unire i tre trofei sociali ricreando la settimana Velica veneziana che ci consente di  rileggere dei pezzi della nostra storia e del nostro presente rilanciando, con questa innovativa formula una regata che già si svolge tra i circoli del Mar Tirreno e che da esperimento ci auguriamo possa diventare una regata da campionato offshore nazionale».
«Si tratta di una nuova idea di rivitalizzazione della vela d’altura per i circoli del veneziano – ha quindi aggiunto Michele Giorgiutti, presidente del Diporto Velico Veneziano – che conserva una formula vincete. Apprezziamo lo spirito di riunione dei circoli per condividere una nuova idea, un aspetto e una occasione importante per dare un segno di vitalità e di innovazione. Confidiamo nella buona riuscita e in una folta partecipazione».

«La formula della regata d’altura in notturna – ha poi detto Andrea Pavanini, presidente della Lega Navale Italiana sezione di Venezia – siamo certi stimolerà moltissimi velisti veneziani che si metteranno in gioco in questa singolare prova in un campo di regata unico nel suo genere».
« Finalmente Venezia si muove un po’ e speriamo che ritrovi il posto che si merita a livello nazionale anche nell’altura – ha concluso Dodi Villani, presidente della Fiv della XII Zona – Esiste una tradizione che va conservata ed è quindi bene che l’unione faccia la forza, perché senza non si realizzano progetti ambiziosi. I circoli li fanno le persone e con la loro costanza e determinazione arrivano ai risultati».
Ecco nei dettagli come si svolgerà l’Adriatic-Up 2016.
Il programma prevede la partenza da Venezia venerdì 22 aprile alle ore 19 per la tratta Venezia Monfalcone in cui le barche in gara si disputeranno il “Trofeo Bergamo”, trofeo storico della Lega Navale di Venezia, e assieme si svolgerà l’andata del “Trofeo Juris”.
Il giorno seguente è prevista l’ospitalità per le imbarcazioni della Lega Navale di Monfalcone quindi, alla sera di sabato 23, si riparte per Venezia alle ore 19. Questo sarà il percorso maggiormente affollato ed interessante in quanto assieme alle barche partite da Venezia partiranno le imbarcazioni di Monfalcone e sullo stesso campo di regata si assegneranno i trofei: ritorno del Trofeo Juris della Compagnia della Vela, andata trofeo Adriatic-Up e “Trofeo San Marco” del Diporto Velico.
Domenica 24 all’arrivo a Venezia le premiazioni con rinfresco nel Centro Sportivo d’Eccellenza della Compagnia della Vela all’isola di San Giorgio. Verranno assegnati i premi per i tre Trofei Juris, San Marco e Bergamo in attesa di ripartire alla sera per l’ultima tappa dell’Adriatic-Up, Monfalcone Venezia, trofeo alla seconda edizione creato dal Circolo della Vela Mestre e dalla Lega Navale di Monfalcone. La Premiazione finale avverrà a Monfalcone nella sede della Lega Navale durante una cena di gala.

Il bando di partecipazione alla Adriatic-Up è disponibile e scaricabile sui siti dei circoli che organizzano l’event

Lascia un commento