Alcatel J/70 Cup, va a L’elagain la prima tappa del circuito nazionale open

Il campione tricolore in carica, Franco Solerio su L’elagain, si aggiudica la prima tappa del circuito Alcatel J/70 Cup, Campionato Nazionale Italiano Open riservato alle piccole ammiraglie del cantiere J/Boats al debutto nel fine settimana in acque monegasche con una flotta di 37 equipaggi provenienti da sei Paesi: Svizzera, Russia, Inghilterra, Svezia e naturalmente Italia e Principato.

Tre le prove disputate nella giornata d’esordio caratterizzata da vento instabile e durante la quale il Comitato di Regata ha inflitto numerose squalifiche per bandiera nera anche ai top team tra i favoriti della vigilia, primo fra tutti il campione continentale Luca Domenici a bordo di Notaro Team e il runner up dell’atto finale delle Sportboats Winter Series Beppe Zavanone, armatore di Pensavo Peggio (al timone Filippo Pacinotti e alla tattica Lorenzo Bressani).

Il computo delle prove disputate è salito a quattro nella giornata d’epilogo, quando dopo una lunga attesa a terra, il Comitato ha ammainato l’intelligenza nella speranza di maturare altre due prove per applicare lo scarto, senza tuttavia riuscirvi a causa della scadenza del tempo limite.

Coadiuvato alla tattica da Daniele Cassinari, Franco Solerio sabato ha infilato un bel primo e secondo di giornata e, concludendo la prova decisiva in seconda posizione, si è aggiudicato la vittoria con ampio margine. Secondo posto per l’equipaggio rivelazione della tappa monegasca: i Corinthian di Alessio Querin su Mummy One (già Campione Italiano Minialtura 2015). Chiude il podio Junda di Ludovico Fassitelli con Paolo Montefusco (Yacht Club Monaco).

Quarto ai piedi del podio Magie di Alessandro Zampori con Gianni Sommariva alla tattica, seguono a pari punti il campione della Key West Race e runner up della Bacardi Miami Sailing Week, Carlo Alberini su Calvi Network, e i britannici di Charles Thomson e Sam Carter su Brutus.

Soddisfatto il presidente della classe italiana J/70 e armatore di Tanspance Vittorio di Mauro per un circuito che nel giro di un anno è arrivato a coinvolgere sempre più armatori dall’Italia e dall’estero e che, con i Worlds 2017 assegnati all’Italia, promette di mantenere un trend di crescita positivo anche nel medio e lungo termine.

Ne è prova il parterre di campioni e nuovi armatori che sempre più numerosi affollano la classe J/70, tra questi il pluri titolato Alberto Rossi su Enfant Terrible (tattico Alberto Bolzan) che a Montecarlo si è aggiudicato la prova decisiva e la figlia Claudia,la più giovane e unico timoniere en rose della classe al comando di Petit Terrible con Simone Spangaro alla tattica.

Archiviate la tappa monegasca, il circuito Alcatel J/70 Cup e la flotta delle piccole americane si preparano a fare rotta su Sanremo (7-8 maggio), Porto Cervo (3-5 giugno), Malcesine (23-24 luglio) e infine Riva del Garda (Eurocup, 9-11 settembre).

Lascia un commento