Minialtura, Mind The Gap per l’assalto al titolo Italiano ed Europeo

Andrea Cavagnis ha deciso di tentare l’assalto al Campionato Italiano Minialtura che si svolgerà a Torri del Benaco dal 11 al 15 maggio e al Campionato Europeo Sportboat che si svolgerà a Chioggia dal 24 al 29 maggio. Per farlo ha scelto una delle barche più competitive in circolazione, un FAT 26, e un equipaggio cui certo non difettano talento ed esperienza: oltre allo stesso Cavegnis, a bordo come drizzista, Enrico Zennaro sarà skipper e timoniere, il due volte olimpionico sloveno Karlo Hmeljak sarà tattico, Stefano Orlandi del settore one design di North Sails sarà trimmer e responsabile del programma vele mentre a Nicola Zennaro toccheranno le responsabilità di prodiere e comandante.

Ho sempre guardato di buon occhio le regate Minialtura e Sportboat non solo perché negli ultimi anni Il Portodimare, club del quale sono socio e per cui regateremo, ha organizzato i Campionati Italiani 2014 e 2015, ma anche perché lo ritengo un modo relativamente semplice di praticare il nostro sport. Io sono armatore anche di un Italia Yachts 15.98 che preferisco non utilizzare in regata per non farle subire eventuali danni – spiega un entusiasta Andrea Cavegnis, che con Mind The Gap sarà portocolori del circolo Il Portodimare – Pur ricoprendo il ruolo di timoniere ho deciso di partecipare alle due regate in questione affidandomi ad un equipaggio di professionisti per tentare di raggungere risultati di prestigio. Si tratta quindi di una soluzione temporanea: appena terminato questo duplice impegno tornerò al mio equipaggio di sempre con il quale parteciperò a Invernale e ad altre regate zonali“.

Gli fa eco Enrico Zennaro: “Ringrazio Andrea per avermi dato l’opportunità di disputare due campionati importanti su un’imbarcazione che, sulla carta, si pone tra le favorite e, ancor più importante, avermi lasciato carta bianca sulle scelte tecniche relative all’equipaggio, al tuning della barca e alla scelte delle vele nuove. La cosa che mi rende più felice di questa nuova avventura è che sono riuscito a creare un equipaggio formato da amici e campioni con i quali ho gia regatato spesso quindi sono sicuro che uniremo divertimento a notevoli spunti prestazionali. Del resto, sempre con Karlo Hmeljak, Stefano Orlandi e Nicola Zennaro abbiamo conquistato il titolo Italiano Minialtura a Chioggia nel 2014 vincedo a bordo di Little Wing ben sei delle sette prove disputate. Venendo a quest’anno, sono molti gli avversari temibili visto che il livello di queste regate sta crescendo senza soluzione di continuità, quindi sono sicuro che ci attendono battaglie molto serrate. Per non lasciare nulla al caso ci siamo messi in contatto con Giorgio Grassi, progettista della barca, per valutare assieme quali ottimizzazioni fare al fine di migliorare il rapporto prestazioni-rating. Come si dice in questi casi, work in progress”.

Lascia un commento