Oggi il via alle Louis Vuitton America’s Cup World Series

ancano poche ore prima che si alzi il sipario sulle Louis Vuitton America’s Cup World Series Oman. Sei team internazionali daranno il via alla stagione 2016 sul campo di regata di Muscat che si prevede molto impegnativo.

Previsioni di vento leggero hanno dato il benvenuto agli equipaggi che oggi, venerdì 26 febbraio, si sono sfidati in due regate di prova, preludio della vera competizione che prenderà il via domani. Entrambe le regate sono state vinte dagli svedesi di Artemis Racing.

Molte le domande sollevate dai numerosi media che sono volati in Oman da tutto il mondo per assistere al via della stagione 2016.

I sei equipaggi provenienti da Svezia, Francia, USA, Gran Bretagna, Giappone e Nuova Zelanda hanno ricevuto un caldo benvenuto durante la conferenza stampa di apertura, presso il Villaggio di Al Mouj, prima di rispondere alle domande sulle regate, le condizioni e sul Sultanato.

Jimmy Spithill, skipper di ORACLE TEAM USA detentore dell’America’s Cup, ha commentato che le previsioni di vento leggero (inferiore ai 10 nodi) è come se volessero dire agli agli equipaggi di “rallentare”, una preziosa lezione in vista delle America’s Cup Finals del 2017 alle Bermuda.

“Con venti leggeri è difficile fare sempre la scelta giusta” ha dichiarato. “Bisogna prestare maggiore attenzione ai dettagli rispetto a quando si naviga sui foil. Ma le condizioni meteo sono le stesse per tutti i team, quindi nessuno è facilitato e tutti devono affrontare le medesime problematiche. Ci potrebbe essere vento leggero anche durante l’America’s Cup quindi è importante per noi confrontarci con queste situazioni.”

Ospitare le Louis Vuitton America’s Cup World Series Oman è un’opportunità senza precedenti per la regione, ha spiegato Sua Eccellenza Sayyida Ghada Al Said, Direttrice della Comunicazione di Oman Sail, non solo per promuovere il Sultanato come destinazione turistica ma anche per creare una nuova generazione di velisti.

“Oman Sail è stato incaricato di formare una nuova generazione di velisti attraverso un programma giovanile attivo ed egualitario, di riaccendere la tradizione marittima dell’Oman e di far conoscere il territorio come destinazione turistica di alto livello,” ha commentato.

“Dal 2008, ci siamo impegnati per trasformare il Sultanato dell’Oman in una nazione con una forte caratterizzazione velica e per rendere la vela parte del futuro del paese.”

Tutti gli skipper che partecipano all’America’s Cup hanno condiviso l’attenzione di Oman Sail ai giovani grazie all’Omantel Youth Programme; anche alle Bermuda una nuova iniziativa chiamata Endeavour Programme sta già facendo la differenza.

“Avevamo molte barche in disuso, praticamente abbandonate. Il nostro shore team le ha prese, risistemate e ora sembrano nuove di zecca,” ha spiegato Spithill.

“Quando guardi i volti dei bambini appena ricevono la loro barca sembra non ci possano credere. Tutto diventa realtà quando escono in mare a navigare e si rendono conto dell’opportunità ricevuta.

“Creare occasioni è importante perchè ci sono molti giovani di talento là fuori, ma spesso non hanno accesso a questo sport. Non è semplice come prendere un pallone e cominciare a giocare a calcio. Devi avere dell’aiuto o dell’assistenza.

“Con l’Endeavour Programme e le iniziative di Oman Sail sia l’assistenza che le opportunità sono garantite quindi sono convinto che in futuro scopriremo molti nuovi talenti. Tutti noi abbiamo ricevuto in passato aiuto e molti di noi senza di esso non sarebbero qui oggi.”

Alla vigilia delle regate, David Graham, CEO di Oman Sail ha confermato che è stato un onore ospitare in Oman uno degli eventi sportivi più prestigiosi al mondo.

“L’emozione è davvero alle stelle, la prima tappa 2016 delle Louis Vuitton America’s Cup World Series si svolgerà lungo le coste del Sultanato dell’Oman questo fine settimana il che è semplicemente fantastico.

“E’ incredibile avere qui il trofeo, il più importante delle competizioni veliche. Il governo e il direttivo di Oman Sail hanno investito per molti anni sulla vela, e l’Oman è una nazione con una grande cultura marinara, si tratta solo di ripristinare la tradizione marittima esistente in passato e per farlo non c’è niente di meglio che avere qui l’America’s Cup.”

Le regate si svolgeranno sabato e domenica a partire dalle 14:00, sono previste tre prove al giorno. Il percorso di regata si trova a largo del Campo da Golf di Al Mouj di Muscat.

Le regate saranno trasmesse in diretta in 140 paesi del mondo sia in televisione che sui dispositivi mobili tramite il servizio AC+ (soggetto alle restrizioni territoriali) grazie all’App dell’America’s Cup che può essere scaricata dal sito www.americascup.com dove è disponibile un’intera guida su come seguire live le regate.

Lascia un commento