Venezia, la Bob Barker in secca. Per disincagliarla necessari due rimorchiatori

L’imbarcazione della flotta di Sea Shepard più temuta dai balenieri giapponesi, protagonista di tantissime campagne negli oceani di tutto  il mondo è finita in secca.

La Bob Barker, questo il nome della nave simbolo delle azioni dirette di Sea Shepherd e dell’impegno nella protezione degli ecosistemi marini, dai quali dipende la nostra stessa sopravvivenza su questo Pianeta, in questi giorni ha fatto tappa nel porto di Venezia, ormeggiata all’Isola della Certosa.

Nel corso del tragitto che le avrebbe permesso di raggiungere Riva dei Sette Martiri, intorno alle 10:00 di sabato mattina, la nave si è incagliata dinnanzi a Sant’Elena.

Le operazioni di disincaglio – coordinate dalla capitaneria di Porto che ha aperto un’inchiesta – sono state condotte da due rimorchiatori e si sono concluse solo a tarda nottata, in concomitanza con il raggiungimento del picco di marea.

Sembra dai primi rilievi che non vi sono stati danni per la nave, né sono stati registrati sversamenti di inquinanti in laguna.

Sicuramente una giornata da dimenticare per la protagonista degli oceani che però, a quanto pare non si era ancora confrontata con la vera regina del mare.

Alcune foto della nave in secca

 

Lascia un commento