Si chiude un anno da incorniciare per Il Portodimare

Si chiude un anno da incorniciare per Il Portodimare, l’associazione sportiva con sede a Padova che proprio quest’anno ha festeggiato il quarantennale dalla sua fondazione, avvenuta nel 1975.

A fare il bilancio alla vigilia della chiusura della stagione sportiva è il Presidente GianFranco Frizzarin:”È stata una stagione molto intensa, che ci ha visto impegnati in diverso fronti per tutto l’anno. Di certo non potevamo festeggiare il compleanno del nostro circolo in modo migliore, sia dal punto di vista dei risultati sportivi, che in termini di organizzazione di importanti eventi nazionali. Abbiamo aperto la stagione a marzo con la disputa del Campionato Primaverile in collaborazione con il Club Amici della Vela di Emanuele Bianzale, per proseguirla nel mese di maggio con l’organizzazione del Campionato Italiano Minialtura, che per il secondo anno consecutivo la Federazione ha voluto assegnare al nostro Circolo. Un’evento che ha visto radunare a Chioggia atleti professionisti e non da tutta Italia, con 43 imbarcazioni partecipanti. Nel mese di giugno è stata la volta del Trofeo Leon, appuntamento dedicato alle classi Minialtura e Meteor, disputato antistante la spiaggia di Sottomarina. Dopo la pausa estiva l’autunno è stato dedicato prima al Trofeo del Nonno, una manifestazione ideata e voluta da Mirko Sguario e realizzata con la collaborazione del nostro circolo, che alla sua prima edizione ha riscosso un successo davvero notevole e successivamente alla Venice Hospitality Challenge, la regata – realizzata sempre in collaborazione con Mirko Sguario – che ha visto sfidarsi otto maxi yacht ed altrettanti skipper di fama internazionale nella splendida cornice del Bacino di San Marco a Venezia. L’ultima parte dell’anno è stata infine dedicata alla disputa del Campionato Invernale d’Altura, giunto quest’anno alla sua trentanovesima edizione e che si conferma come uno degli appuntamenti clou in Adriatico.

Già da tempo in casa Portodimare gli occhi però sono puntati già alla prossima stagione, quando il sodalizio sarà chiamato ad organizzare il Campionato Europeo Sportboat, rassegna continentale dedicata a piccole veloci e tecniche imbarcazioni tra i 6 e i nove metri con stazza inferiore ai 2000Kg. “Abbiamo iniziato a pensare di proporre la nostra candidatura per il Campionato Europeo Sportboat già in aprile – spiega Frizzarin – ma il tutto si è concretizzato in occasione del Campionato Italiano di maggio, quando abbiamo avuto modo di approfondire meglio la cosa. Da lì poi è stata una lunga attesa fino a novembre, quando nel corso dell’annuale riunione internazionale dell’ORC che si è svolta in Cina ci è stata assegnata la rassegna. È l’evento sportivo più importante che sia mai stato assegnato al nostro circolo, e questo sia ci inorgoglisce, sia premia il lavoro svolto negli anni passati. Abbiamo messo in piedi una importante squadra organizzativa, che sicuramente saprà mettere in piedi un evento al top.” Il 2016 per i colori del Circolo Velico Il Portodimare però non sarà focalizzato solo sul Campionato Europeo:”Stiamo pensando di ampliare ed implementare il nostro calendario di regate – continua ancora Frizzarin – in questi giorni è allo studio la possibilità di organizzare una nuova regata con una formula che sta appassionando sempre più gente. Molto probabilmente, dopo l’esperienza comunque positiva dello scorso anno, parteciperemo ancora all’Italian Sailing Champions League, e proprio per questo nei prossimi giorni mi recherò a Roma all’annuale assemblea”.

Ci tengo inoltre a ricordare – continua ancora Frizzarin – tutte le imbarcazioni ed i loro equipaggi che nel corso di questo 2015 hanno fatto ben figurare il guidone del Portodimare nei più importanti campi di regata, come Demon X, l’x-35 di Nicola Borgatello e Daniele Lombardo che sono stati premiati a Genova, durante il Salone Nautico Internazionale dal consigliere federale con delega all’altura Fabrizio Gagliardi quale miglior barca dell’Adriatico nel Campionato Italiano Offshore, aggiudicandosi il 3° posto, come anche Arka di Perini Luciano e Roul Piero, che hanno ottenuto il terzo posto di classe al Campionato Italiano ORC di Civitanova Marche, mentre 2r nel vento di Reccanello Roberto ha ottenuto il quinto posto di classe al Campionato Italiano ORC di Civitanova Marche e si è aggiudicato il Campionato Autunnale di Lignano Sabbiadoro. Maramao di Davide Ravagnan – cui come Capoflotta va riconosciuto il merito di tenere unita e viva la flotta Minialtura in Veneto – ha vinto il campionato Zonale Minialtura, ed assieme al fratello Claudio, a Giuseppina Clori Boscolo e a Pavanati Alessandro hanno ben rappresentato lo spirito sportivo del circolo nel 2015. Ottima anche la prestazione di Super Attax dell’armatore Marco Bertozzi che ha vinto la 500xtutti del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle. Una menzione particolare va infine fatta ai nostri giovani, come ad esempio l’equipaggio del Melges 24 Arkanoè Aleali by Montura del giovane Sergio Caramel, che con Filippo Orvieto, Margherita Zanuso, Riccardo Gomiero, Mario Bonsembiante e Federico Gomiero hanno ottenuto importanti risultati nel circuito Melges 24, come il secondo posto Corinthian ed il settimo posto nella classifica assoluta. Concludo ricordando la vittoria di Serbidiola di Nicolò Cavallarin nel campionato zonale meteor.

L’ultimo appuntamento per l’anno 2015 del Circolo Velico Il Portodimare è in programma giovedì 17 dicembre, con un incontro presso la sede sociale prima della pausa Natalizia dedicato agli auguri.

Lascia un commento