Lino Sonego Team Italia a Sydney per il finale delle Extreme Sailing Series

Da oggi fino a domenica va in scena l’ultima tappa del circuito 2015 delle Extreme Sailing Series™. Le prue degli Extreme 40 si incrociano a Sidney dove i migliori specialisti di multiscafi al mondo si daranno battaglia nell’Act 8. Il Lino Sonego Team Italia è pronto a vendere cara la pelle perchè l’ultimo evento vale doppio e potrebbe fornire degli spunti ancora più interessanti sotto il punto di vista della classifica finale.Gli occhi saranno senza alcun dubbio puntati su Leigh McMillan e sull’equipaggio di The Wave, Muscat, di cui fa parte anche Sarah Ayton, recentemente nominata Velista dell’Anno dalla ISAF. The Wave. Muscat si presenta all’atto finale della stagione 2015 con ben 11 punti di vantaggio sul secondo in classifica, SAP Extreme Sailing Team. McMillan è dunque sul punto di entrare nella storia del circuito come il timoniere di maggior successo di sempre negli Extreme 40. McMillan, infatti, già vinto cinque Act in questa stagione e ha due titoli delle Extreme Sailing Series. Ma l’Act 8 di Sydney, supportato da Land Rover, vale doppio punteggio perché è l’ultimo evento della stagione e la flotta non concederà di certo il titolo a McMillan senza combattere.Il Lino Sonego Team Italia a Sidney è sceso oggi in campo con la stessa formazione di Istanbul, dove la conferma di Pierre Pennec al timone ( alle olimpiadi nelle acque di Sydney 2000 con il tornado si è classificato al quarto posto ) insieme ad Enrico Zennaro nel ruolo di di Skipper e tattico, Stefano Rizzi trimmer, Nevio Sabadin randista e Tom Buggy a prua, hanno dato una certa stabilità in regata. Il primo giorno si fa per dire è sempre quello di assestamento, sarà la tre giorni finale, con le dirette tv e la presenza di migliaia di spettatori sulle rive e moli della città a decretare i reali valori in campo .

Giorgio Martin, Team Manager e co-Skipper del Lino Sonego Team Italia: “Sydney è l’ultima tappa del circuito ed il punteggio ottenuto qui vale doppio ai fini della classifica generale. Ciò significa che dal punto di vista matematico tutte le posizioni fino alla quarta sono in gioco per noi, nella realtà l’obiettivo è quello di fare meglio che si può e cercare di risalire ulteriormente nella classifica finale di circuito.

Enrico Zennaro, Skipper e Tattico del Lino Sonego Team Italia: “Siamo molto contenti di essere qui a Sydney perché non capita certo tutti i giorni la fortuna di navigare in una baia fantastica come questa. Siamo concentrati e come sempre daremo il massimo. L’equipaggio, scelto da Giorgio Martin, e’ lo stesso di Istanbul quindi siamo già relativamente affiatati tra di noi.

Migliaia di spettatori sono attesi sul lungomare di Mrs Macquaries Point per assistere allo spettacolo degli Extreme 40 pronti a darsi battaglia sul campo di regata. Gli appassionati che non potranno essere presenti di persona, avranno la possibilità di seguire le regate in diretta su Fox Sports in Australia. Nel resto del mondo sarà possibile guardare le ultime regate della stagione in diretta sul sito ufficiale dell’evento dall’11 al 13 dicembre, con i seguenti orari :
11 dicembre 16.00-17.30 (GMT+11)
12 dicembre 15.30-17.00 (GMT+11)
13 dicembre 15.30-17.00 (GMT+11)

Il punto di vista meteo curato da Riccardo Ravagnano di Geosinertec.com :”Con la tappa di Sydney si chiude una splendida stagone insieme al team Lino Sonego. In pochi mesi mi son trovato ad analizzare le condizioni fisiche di località molto distanti geograficamente; la sfida più grande è stata l’interpretazione delle condizioni più che la classica previsione meteorologica. Dopo aver studiato il comportamento meteorologico delle località ho costruito una tecnica di simulazione del vento in 3 dimensioni per comprendere nel dettaglio come il flusso venisse deviato all’interno delle baie e degli specchi d’acqua sui quali abbiamo regatato. Uno dei casi più eclatanti e sul quale la modellizzazione in 3D è stata utile è Singapore, con i grattacieli a ridosso del campo di regata. Anche a Sydney percepiamo un vento disturbato sia dalla morfologia del terreno sia dall’effetto imbuto della baia che rende più complessa l’analisi strategica; le previsioni meteo saranno anche incrociate con le correnti di marea che si aprono nella baia seguendo la linea di costa e la batimetria.

 La sfida del Lino Sonego Team Italia è supportata dallo Yacht Club Porto Piccolo, circolo velico dell’omonimo Portopiccolo di Sistiana, esclusivo borgo residenziale turistico e marina, localizzato a Sistiana, sulla suggestiva costa dell’alto Adriatico, a pochi chilometri da Trieste. Il guidone del neonato sodalizio può vantare un piccolo record, solcare i mari di 3 continenti per una vera new entry dello Yachting rimarrà nella storia del circolo del Presidente Claudio de Eccher ed i suoi soci.

Lascia un commento