Guardia Costiera: A Chioggia esercitazione antinquinamento 

Esercitazione periodica antinquinamento effettuata stamane dalla Guardia Costiera nel tratto di mare antistante la spiaggia di Sottomarina.
E’ stato simulato un inquinamento da idrocarburi, avvistato da una nave in rotta verso il porto di Chioggia, la quale informava quindi la Sala Operativa della Capitaneria di Porto.
Una volta scattato l’allarme veniva dirottata in zona la motovedetta CP 718, che confermava la presenza effettiva di una chiazza di idrocarburi con una estensione di circa un miglio, con propagazione verso la costa.
Come previsto dalle norme in vigore, una volta autorizzati dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, venivano subito messi in funzione i mezzi disinquinanti della Castalia Ecolmar, tra cui l’Ecolaguna 4FZ, dislocato nel porto di Chioggia e dotato di particolari attrezzature.
Giunto sul posto il personale della Ecolaguna, con il coordinamento del Centro di Comando e Controllo convocato presso la Capitaneria di Porto, iniziava le operazione di disinquinamento.
In particolare si procedeva con il dispiegato di panne galleggianti, utilizzo di skimmer oil, oltre alla irrorazione tramite bracci con spruzzi nebulizzatori di disperdente di terza generazione (nell’occasione simulato con acqua di mare).
L’esercitazione ha dimostrato la pronta reazione del dispositivo antinquinamento di Chioggia. La Sala Operativa della Capitaneria di Porto ha coinvolto anche il dispositivo di Protezione Civile locale, visto che è stato ipotizzato lo spiaggiamento dell’inquinamento e la necessità di bonificare la spiaggia.

Lascia un commento