A Venezia come a Napoli, battello ACTV salva capretta caduta in acqua

Venezia come Napoli. E in questo caso la similitudine non ha nulla di dispregiativo, anzi. Dopo il caso del ritrovamento del cucciolo di Labrador nelle acque davanti Castel dell’Ovo da parte di un gruppo di velisti del Circolo Savoia, che ha attirato l’attenzione di tutto il mondo con persino la CNN che ha dedicato un servizio a riguardo, anche Venezia fa la sua parte.

Nei giorni scorsi un battello foraneo dell’ACTV in servizio di linea ritarda 10 minuti per salvare una capretta, probabilmente dell’isola della Certosa, che stava annegando nei pressi dell’isola di Sant’Andrea. Il singolare episodio è avvenuto sulla tratta del battello Actv partito alle 13.40 da Fondamenta Nove diretto a Punta Sabbioni.

Stavamo navigando già da una decina di minuti – racconta a La Nuova Venezia il passeggero Giorgio Pizziol residente a Cavallino-Treporti – quando, all’altezza dell’isola di Sant’Andrea, in molti fra i passeggeri hanno avvistato una capretta che stava annaspando disperatamente in mezzo ai flutti. L’animale non aveva più la forza di lamentarsi da quanto era lo sforzo di mantenersi a galla e ormai era prossimo a cedere alla violenza impietosa dell’acqua e lasciarsi andare

Il video è letteralmente diventato un fenomeno virale tanto da aver collezionato oltre un milione e mezzo di visualizzazioni su Youtube.

Il video dell’emozionante ritrovamento del cucciolo di Labrador a Napoli

Per conoscere la storia di Noodle, il cucciolo Napoletano salvato dai velisti, clicca qui

Lascia un commento