Green Challenge si aggiudica la Rolex Middle Sea Race tra i Class 40

Nella classe Class 40 è l’italiana Green Challenge ad aggiudicarsi la vittoria alla Rolex Middle Sea Race, la regata più affascinante del Mediterraneo.

A bordo del Class 40 Green Challenge hanno regatat ooltre che da Cristiano e Alessio Verardo, skipper e armatori veneziani,anche da Massimo Juris (Venezia), Skipper del Class40 Colombre XL con il quale quest’anno ha partecipato a Normandy Channel Race, Les Sables-Horta-Les Sables e Fastnet oltre ad essere stato campione italiano OffShore 2014 e vincitore della Middle Sea Race x due 2013, da Pietro Luciani (Venezia), co-skipper di Team Colombre dal 2013, con il quale solo nel 2015 ha percorso 6000 miglia in Atlantico e da Alberto Fabrizio Riva (Milano), ormai ufficialmente nel team dei fratelli Verardo e già con loro alla Cinquecento 2015.

Di seguito pubblichiamo un dettagliato racconto della spedizione italiana ripreso dalla pagina facebook del team.

Alle ore 01:40 AM del 22/10 abbiamo tagliato la linea di arrivo della Rolex Middle Sea Race 2015 in 4 giorni 13 ore e 30 minuti, in prima posizione di classe e comunque davanti alla maggior parte delle barche facenti parte della numerosa flotta, soprattutto quelle considerate “forti”.

È stata una regata molto tecnica caratterizzata in buona parte da bonacce e giri di aria leggera dove le scelte tattiche hanno influito pesantemente sul risultato e da una parte con aria sostenuta, in particolar modo dopo Pantelleria, dove finalmente la nostra barca ha potuto esprimere al massimo le sue doti, soprattutto nelle novanta miglia tra Lampedusa e il passaggio di Comino completate in meno di otto ore, dove con una media di 25 nodi di aria da Nord Ovest e punte massime di 29 la barca ha costantemente planato spesso fino a ventidue nodi di velocità.

La gestione della barca è stata impeccabile, spinta al suo limite grazie al super equipaggio a bordo:
Massimo Juris con la sua infinita esperienza e le sue scelte strategiche Pietro Luciani per una impeccabile gestione della navigazione.

Alberto Fabrizio Riva, insostituibile, incontenibile e fondamentale, risolutore di qualsiasi problematica
E ovviamente Alessio e Cristiano Verardo, armatori e skipper di Green Challenge-

Oltre ad una grande professionalità, a bordo la positività e il clima sereno non sono mai venuti a mancare
Grazie anche al grande supporto datoci da Davide Azzalini e Francesco Rizzi che si sono immolati al ruolo di shore team a Malta.

Non finiremo mai di essere grati a Bert e Francesco Mauri che durante il pit stop a Rimini hanno contribuito a migliorare il setup della loro creatura, oltre a rendere i nostri soggiorni nelle colline romagnole indimenticabili.

Ora ci aspetta il lungo ritorno a casa fino allo Yacht Club Hannibal di Monfalcone che ci ospita, grazie anche ai ragazzi che ci danno disponibilità per il delivery, Lorenzo Fioni e Lorenzo Meroni.


A volte soffriamo, a volte gioiamo, ci esaltiamo, imprechiamo ma alla fine quello che resta sono immagini e sensazioni indimenticabili e ricordi di persone meravigliose che si dedicano appassionatamente a questa avventura incredibile, sia a bordo che a terra, grazie a tutti ragazzi!

Qui il video della regata

Lascia un commento