È B2 il vincitore Overall della Rolex Middle Sea Race 2015

È il TP 52, con a bordo anche Cristian Griggio, B2 il vincitore Overall della Rolex Middle Sea Race 2015, mentre le line honours vanno a Phaedo 3 e Rambler 88.

Un finale al cardiopalma con il Cookson 50 Mascalzone Latino ha tagliato la linea del traguardo dopo 3 giorni, 12 ore, 4 minuti e 30 secondi, 9 secondi dopo in tempo compensato di B2 di Michele Galli, l’Irc 52 progettato da Botin & Partners, che ha impiegato 3 giorni, 10 ore, 52 minuti e 1 secondo effettivi.

Attraversando il traguardo con un vantaggio di nove secondi su Mascalzone Latino per noi questa è stata una grande sorpresa, ma saremmo stati felici lo stesso se anche avessimo perso,  perché sappiamo che entrambe le squadre hanno fatto una grande gara – ha commentato il navigatore di B2 Nacho Postigo –  Penso che il 50-52 piedi è una buona lunghezza per questa gara. Il TP52 è una barca a tutto tondo, con molto piccole debolezze, un buon compromesso tra valutazione e la velocità“.

La Rolex Middle Sea Race, giunta alla 36esima edizione è caratterizzata dalla circumnavigazione antioraria della Sicilia, essa è un’esclusiva avventura offshore in quanto inizia e finisce nello stesso luogo. Il vulcano attivo Stromboli, faro del Mediterraneo, è il simbolo della gara, e le sue eruzioni illuminano spesso il cielo notturno per gli equipaggi che lo doppiano dopo il tramonto.

Il record è stato stabilito dal maxi “Rambler” nel 2007 in 1 giorno, 23 ore, 55 minuti e 3 secondi.

A bordo di B2 alla Rolex Middle Sea Race hanno regatato: Michele Galli skipper & helm, Francesco de Angelis tacticts, Corrado Rossignoli bow, Jaime Arbones Fernandez mid bow, Cristian Griggio pit & boat captain, Michele Cannoni pit, Ciccio Scalici grinder, Manuel Modena trimmer, Nello Pavoni trimmer, Flavio Grassi trimmer, Lorenzo Bodini main, Nacho Postigo navigator, Marco Cuglianich grinder. Shore team Davide Pescuma.

Michele Galli e il suo team riceveranno il Trofeo Rolex Middle Sea Race nella cerimonia di premiazione di Sabato, per loro si tratta del secondo successo nella competizione, dopo la prima vittoria nel 2013.

Photo: All credits to Rolex / Carlo Borlenghi

Lascia un commento