Venice Hospitality Challenge e la Veleziana, per un weekend Venezia capitale della vela

Sarà un week end di grande vela per la laguna che vedrà protagonisti otto maxi yacht e campioni della vela mondiale del calibro di Paul Cayard, Mauro Pellaschier, Vasco Vascotto.  Sabato 17 i maxi saranno impegnati nella Venice Hospitality Challenge, mentre domenica 18 sarà la volta della Veleziana, la grande classica d’autunno organizzata dalla Compagnia della Vela aperta a 11 categorie e con circa 150 imbarcazioni già iscritte.

Il primo appuntamento è per sabato: alle 13.20 in bacino San Marco parte la Venice Hospitality Challenge, la regata nata da un’idea di Mirko Sguario con l’hôtellerie di lusso veneziana. Ogni hotel partecipante sarà abbinato a un maxi: Ca’ Sagredo Hotel gareggia con Jena, Belmond Hotel Cipriani con Anywave, Hilton Molino Stucky Venice con Pendragon, JW Marriott Venice Resort & Spa con Kiwi, The Gritti Palace, a Luxury Collection Hotel, con Il Moro di Venezia, Hotel Centurion con Shining, The Westin Europa & Regina con Idrusa e il secondo hotel Luxury Collection a Venezia, l’ Hotel Danieli, con Ancilla Domini. Dell’evento fanno parte anche Palazzina G e Hotel Monaco & Grand Canal. I getti d’acqua dei rimorchiatori daranno il via alle procedure di partenza. La prima boa del percorso è posizionata tra Sant’Elena e il Lido, da qui si torna verso Bacino San Marco per girare altre due boe, la prima davanti a piazza San Marco, la seconda alle Zitelle. Si procede ancora verso il Molino Stucky dove ci sarà ancora una boa da lasciare a sinistra prima di percorrere l’ultimo lato e tagliare l’arrivo tra le Zitelle e Punta della Dogana. Per chi vuole vedere i maxi ancora più da vicino li trova ormeggiati nella nuova Marina Santelena che per sabato e domenica apre le porte a tutti. Si annuncia una sfida emozionante: tre degli otto maxi che sabato prossimo sono in regata si trovano nei primi quattro posti della classifica della Barcolana di domenica scorsa. Jena (secondo posto), Pendragon (terzo posto), Anywave (quarto posto). Tra i nomi in regata uno tra i velisti più amati dai veneziani Paul Cayard che nel 1992 è stato skipper del Moro di Venezia. Sabato e domenica sarà in regata con Anywave. Ancilla Domini ha come skipper un altro grande protagonista della vela mondiale, Mauro Pelaschier. Al timone di Jena c’è Furio Benussi, vincitore di nove titoli italiani e novi podi mondiali, di Kiwi Andrea Pesaresi, di Pendragon Salvatore Eulisse con Vasco Vascotto e con i veneziani Giovanni Boem e il nove volte campione del mondo Cesare Bozzetti. Idrusa ha al timone Paolo Montefusco, Roberto Ferrarese come tattico e conta una quindicina di titoli mondiali distribuiti tra i vari membri dell’equipaggio.  Un grande entusiasmo per questa regata lo ha dimostrato Shining, il famoso maxi croato di Umago, con lo skipper Zeljko Perovic.

Per quanto riguarda Veleziana l’”ammiraglia” la grande classica che chiude la stagione velistica 2015 organizzata dalla Compagnia della Vela e a poche ore dalla chiusura il numero delle barche che hanno prenotato la loro presenza in una delle 11 categorie sfiora il 150: esattamente lo stesso del 2014. Una marea silenziosa di imbarcazioni che domenica, partenza alle ore 11.30, sfilerà in mare e quindi in Laguna per poi arrivare al traguardo posto in Bacino San Marco davanti alla piazza e all’isola di San Giorgio.

Oltre alla illustre presenza degli otto maxi yacht che sabato si contenderanno il trofeo Venice Hospitality Challenge in acqua tante altre imbarcazioni oltre i cinque metri di lunghezza, moltissime di ritorno dalla Barcolana di Trieste. Sarà l’occasione per rivedere veleggiare anche il Moro di Venezia condotto dallo skipper Claudio Carraro, mentre Paul Cayard dovrebbe essere presente a bordo di Anywave.

Molta attesa c’è anche per il prologo del sabato che farà da cornice al Venice Hospitality Challenge. La Compagnia della Vela ha infatti organizzato la Velezianina, uno special event a cui parteciperanno i vincitori di ogni categoria della Veleziana 2014 o chi è giunto nelle posizioni d’onore a bordo dei monotipo Elan 210 Duvetica che richiedono un equipaggio di 3/4 persone. Una gara che si annuncia spettacolare e divertente, tutta da seguire e che, soprattutto, avrà come teatro un angolo bellissimo della Laguna di Venezia

Lascia un commento