Barcolana: a Trieste folla da stadio per le regate della vigilia

Un Venerdì di Barcolana di vento leggero, con tante regate in mare e una grande festa a terra. Arrivati a Trieste tutti i big della Barcolana, da Isabelle Joschke, la velista solitaria francese testimonial di Generali a Vasco Vascotto, Alberto Bolzan e Paul Cayard, tutti fuori in acqua oggi per allenarsi in vista di Barcolana.
L’evoluzione del meteo è costantemente sotto controllo: i previsori e gli organizzatori proseguono le analisi ogni dodici ore per prendere le migliori decisioni in vista della gestione dell’evento.

“La situazione meteo è costantemente monitorata – ha dichiarato il presidente della Svbg, Mitja Gialuz – è ormai definita la presenza di Bora sostenuta nel pomeriggio di sabato, e per questo motivo sono contento di aver anticipato a questa sera le regate notturne, così potremo goderci appieno la festa, e domani sera, quando potrebbero soffiare raffiche sui 40 nodi, concentrarci sulla sicurezza degli ormeggi e l’assistenza ai regatanti”. Per quanto riguarda domenica, invece, la situazione è ancora in evoluzione, ma con una tendenza positiva: “Rispetto alle previsioni di ieri stiamo vedendo un’evoluzione con Bora sempre presente, ma meno intensa. E’ prematuro quindi oggi prendere qualsiasi decisione: il nostro obiettivo è organizzare una Barcolana bella e sicura per tutti i regatanti”.
Pubblico delle grandi occasioni e tifo da grande stadio per la Jotun Cup. L’anticipo della regata a venerdì sera ha fatto scendere tutta la città sulle Rive, per tifare gli Ufo e le associazioni di volontariato ad esse collegate. La partenza ha visto la grande supremazia di quel lupo di mare che è Andrea Micalli al timone di Bandito – Fondazione Lucchetta per i bambini vittime della guerra, con Gianfranco Noè alla tattica: i campioni nazionali classe Ufo One Design 2015 sono rimasti in testa dall’inizio alla fine della regata riuscendo sempre ad applicare la tattica migliore, sia nei buchi di vento davanti alla stazione marittima sia nelle fasi con maggior aria, davanti al Molo Audace. Grande recupero del Cattivik – Azzurra Associazione Malattie Rare, con al timone Lorenzo Bressani, sceso alle cinque dall’Extreme 40 di Fincantieri e salito alle 19 sull’Ufo. Partito nelle retrovie, Bressani ha poi recuperato fino alla seconda posizione, mettendo in evidenza un grande recupero e la grinta dello “stakanovista”. Terzo posto per Re Nero – Calicanto Polo Polisportivo Integrato e Sailing for Children con a bordo gli olimpionci classe Tornado Lorenzo Bodini (al timone) e Marco Bodini (trimmer). 12esimo posto per le ragazze del Poison – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori e Horizon Mixitè. Lo scafo conta un solo uomo a bordo, Stefano Spangaro, scelto dalle armatrici Carlotta Cabiati e Francesca Settimo per completare l’equipaggio composto da sole ragazze, timonato da Giulia Pignolo, timoniera olmipionica a Pechino 2008 classe Yngling. A bordo le due armatrici hanno accolto a braccia aperte anche la madrina della 47esima Barcolana, Isabelle Joschke: la velista francese testimonial di Generali porta con sé un messaggio solidale di eguaglianza sociale tra uomini e donne, e lo esprime in maniera particolare, chiedendo agli uomini – e in questo caso a Stefano Spangaro a bordo di Poison – di sostenere le donne. Tornando alla regata, quarto posto per Goofy Associazione Italiana Scerosi Multipla (AISM) con al timone Pietro Perelli.
Vento leggero per la regata rivincita, ovvero per la Barcolana Challenge, che mette in mare su imbarcazioni tutte uguali – gli Este 24 – i vincitori di categoria delle precedenti edizioni. Poco vento per le tre prove disputate, ma una vittoria decisa, quella di Vipera (Michele Spanghero, Simone Spangaro, Giacomo De Gavardo, Riccardo Codiglia) che ha ottenuto il primo posto in tutte e tre le prove disputate, le prime due in mattinata in Golfo, la terza in serata nel Bacino San Giusto di fronte al grande pubblico della Barcolana. Seconda piazza per l’equipaggio marchigiano dell’Università politecnica Marche (con Matteo Morellina, Sara Carnevali, Francesco Falcetelli, Robrto Lo Monaco, Federico e Alessandro Smerchinich), con due secondi e un terzo posto, terza piazza invece per Emytoo con un settimo, un quarto e un quinto posto. Quattordici, in totale, le barche che hanno partecipato all’evento.
Una serie di prove di difficile lettura, con un vento macchiato che ha creato non pochi problemi ai tattici impegnati nella prima giornata della Land Rover Extreme 40 @Barcolana. Dopo tre regate, a guidare la classifica è Lino Sonego Team Italia con due primi posti e un terzo. Al timone Pierre Pennec, olimpionico con il Tornado a Sidney, Enrico Zennaro e Stefano Rizzi. Seconda piazza per Land Rover con una giornata in crescendo: un terzo, un secondo e un primo posto. Bronzo provvisorio per Fincantieri con due secondi e un terzo posto. Lorenzo Bressani, Michele Paoletti, Emanuele Marino e Simone Ferrarese puntano a dare battaglia domani quando lo start è previsto alle ore 14 davanti a Piazza Unità d’Italia.
LineaBlu (Rai 1) per la prima volta sarà in diretta alla Barcolana di Trieste. Domani dalle 14 Donatella Bianchi seguirà i preparativi della regata, intervistando i protagonisti, da Paul Cayard a Mauro Pelaschier. Le sorprese non finiscono qui, perché lo staff di LineaBlu si imbarcherà su “Ancilla Domini”, un maxi di 24, metri per partecipare alle 47esima edizione della Barcolana.
E’ stata presentata oggi nella Sala Giunta del Comune di Trieste la prossima edizione della Coppa Primavela e Campionati Giovanili in singolo, grande festa della vela riservata ai giovani e giovanissimi, che si terrà nel Golfo di Trieste ai primi di settembre 2016. Alla presenza dell’assessore comunale Edi Kraus e del vicepresidente della Federazione Italiana Vela, Francesco Ettore, la presidente della Zona, Marina Simoni, e il presidente del Comitato tra i Circoli organizzatori, Roberto Sponza, hanno espresso la loro massima gratitudine alla Fiv. per aver scelto Trieste per l’organizzazione di un evento così importante. La Primavela e i Campionati Giovanili in singolo porteranno tra Monfalcone e Muggia più di 800 atleti, con al seguito allenatori, famiglie e dirigenti sportivi per un totale di oltre un migliaio di persone. Marina Simoni, presidente della XIII Zona Fiv commenta così: ”Siamo orgogliosi che la Federazione abbia affidato a noi un evento così fondamentale. Si pone fiducia nei confronti di una terra di grandi tradizioni, che si sta già muovendo per affrontare questa sfida”.

La gallery con le foto di Max Ranchi

Lascia un commento