All’equipaggio inglese Louise di Gordon Grant l’edizione 2015 della Dragon Racing Team

Grande spettacolo in Laguna questo weekend grazie alla Metropole-Glenfiddich Dragon Racing Team organizzata dai due circoli Vento di Venezia e Compagnia della Vela. La regata nasce da un’idea di Klaus Diederiks, campione del mondo Dragoni del 2014, ed Alberto Sonino, Amministratore di Vento di Venezia, la società che gestisce il piano di recupero dell’isola della Certosa.

12 tra i più importanti team della classe Dragoni del mondo si sono dati battaglia in uno spettacolare match race a 2 squadre. Hanno partecipato all’evento velisti professionisti provenienti da 7 nazioni differenti (Italia, Francia, Germana, Inghilterra, Spagna, Australia e Russia), tra i quali svariati campioni del mondo e medagliati  olimpici. Una tre giorni di vela un po’ guastata da qualche vuoto di vento che ha costretto il comitato organizzatore di regata ad annullare qualche sfida ma che ha portato a Venezia equipaggi da 6 diversi paesi tra cui Australia, Russia, Regno Unito, Principato di Monaco, Spagna ed Italia.

Le 12 squadre invitate all’evento hanno corso 2 regate di flotta in Bacino San Marco e 23 regate a squadre tra venerdì domenica. Venezia ha offerto ogni condizione meteo-marina, dal vento teso di venerdì alla brezza leggerissima dell’ultima giornata, mettendo a dura prova le capacità e la concentrazione degli equipaggi nonché la professionalità di giudici, arbitri e personale di assistenza.

Il meraviglioso trofeo in vetro di Murano creato da Linea Murano Art se lo è aggiudicato il team in inglese Louise di Gordon Grant che ha battuto la concorrenza de glispagnoli di Gunter di Javier Scherk e terzi i russi di Stavros di Julia Bailey premiati con un’opera della vetreria linea Murano Art. Settimo posto per Beppe Duca portacolori della Compagnia della Vela e decimo per Klaus Diederichs.

Cercavamo lo spettacolo e spettacolo è stato – è il commento di Alberto Sonino  – La manifestazione ha ricevuto un grande consenso tra i partecipanti e questo è l’obiettivo primario che ci eravamo prefissati. Poter concedere un campo di regata così particolare ad atleti provenienti da tutto il mondo rappresenta un valore aggiunto che ci consente di poter ambiare a proporre questo appuntamento come tappa fissa del calendario magari allargano anche la lista dei partecipanti e scegliendo una data definitiva nel calendario internazionale“.

Per Venezia e per il mondo della vela è stato un weekend memorabile – ha aggiunto Ugo Campaner, presidente della Compagnia della Vela – Un esempio di come creando sinergie tra circoli si possa riuscire a produrre eventi di grande livello che non fanno altro che diventare un importante veicolo per la promozione della disciplina ma soprattutto della nostra città e della sua forte vocazione velica“.

Soddisfazione e grande entusiasmo anche da parte dei due sponsor dell’evento, Metropole e Glenfiddich: il felice binomio tra il marchio internazionale Glenfiddich, leader nel settore dei long drink, ed  uno dei più affermati alberghi di Venezia, l’Hotel Metropole hanno testimoniato direttamente il sostegno all’iniziativa durante il party di sabato sera che ha riunito tutti i partecipanti davanti alla cucina stellata dello storico albergo veneziano gestito da Gloria Beggiato.

Foto: Matteo Bertolin

Lascia un commento