Il Salone Nautico di Genova pronto ad aprire sotto buoni auspici

Il Salone Nautico di Genova è pronto ad aprire per l’edizione 2015 sotto buoni auspici.

Gli oltre 100.000 visitatori potranno ammirare le oltre 1000 imbarcazioni disposte su una superficie complessiva di 200.000 mq, con una crescita importante del 20% rispetto allo scorso anno delle barche esposte in acqua. Sono diversi infatti gli espositori che hanno voluto rafforzare la propria presenza al Salone, scegliendo Genova come palcoscenico per presentare i propri top di gamma. E non è un caso infatti se si registra una crescita a doppia cifra, pari al 16%, tra nel settore imbarcazioni e accessori. La crescita dell’edizione 2015 in termini di dimensioni esposte riguarda trasversalmente tutti e quattro i comparti tradizionali.

Nel dettaglio il comparto dei motoryacht è quello che segna la best performance. Un dato che conferma quanto già anticipato nei mesi scorsi dai dati del leasing nautico e ancora più significativo perché in controtendenza rispetto agli scorsi anni dove il segmento medio (tra i 12 e 18 mt) era quello più in difficoltà. Ciò si traduce non solo nell’aumento delle barche esposte a Genova – vedi tra gli altri l’aumento della gamma esposta da marchi come Cranchi e Prestige – ma anche una crescita delle dimensioni. Un elemento molto significativo è poi il ritorno di grandi aziende come Azimut, Sessa International, Pursuit nonché il debutto di Sundek e Invictus.

Il settore storico del Salone, la vela, si presenta in grande rappresentanza di cantieri e infatti, oltre alle conferme italiane come Serigi, Del Pardo, Italia Yacht, Vismara, Advanced, Mylius – si rinnova la presenza del gruppo francese con i marchi Jeanneau e Beneteau che incrementa il numero delle imbarcazioni esposte inserendo anche il segmento top di gamma; Dufour espone l’intera gamma al completo, Hanse aumenta l’esposizione di gamma del 30%. Si tratta di imbarcazioni che sanno coniugare il comfort allo stile senza rinunciare alla vocazione sportiva. Solo per citarne alcuni: il debutto di FCB con il Brenta 80 di Schmidt (che sarà anche l’ammiraglia a vela), il ritorno di CNB con il Bordeaux 60, di Vismara Marine, Solaris e di Cantiere del Pardo.

Stesso discorso per il comparto imbarcazioni pneumatiche e catamarani che registrano ottime performance: i primi confermano la rappresentatività massima del settore, mentre i catamarani, grazie anche ai ritorni di marchi storici come Catana, Bali, Nautitech, hanno triplicano la propria presenza nelle ultime due edizioni.

Lascia un commento