Il Moro di Venezia prepara un autunno ricco di regate

Si preannuncia un autunno caldo per il team del Moro di Venezia, il classe Coppa America che nel corso degli anni ’90 ha tenuto attaccati al televisore ed appassionato alla vela milioni e milioni di italiani.

La barca – ITA 07 – è recentemente tornata all’attività sportiva per volontà dei nuovi armatori, ed è ora pronta a partecipare ad alcuni tra i più importanti appuntamenti di fine stagione in Alto Adriatico.

Si inizierà già nel weekend prossimo, in occasione della ChioggiaVela, quando Il Moro sarà timonato dal pluricampione mondiale Enrico Zennaro e detentore del trofeo. Il Leone regaterà anche quest’anno con la determinazione di confermare il primato. L’imbarcazione sarà ospite della Darsena Le Saline di Chioggia e sarà visitabile nelle giornate di venerdì 25/09 e sabato 26/09, in questo caso però solo al mattino. Quindi sabato pomeriggio sul Moro saliranno i ragazzi della squadra agonistica del Circolo Nautico per un’emozionante veleggiata.

Il calendario proseguirà poi in occasione della Porto Piccolo Maxi Yacht Race, manifestaizone  organizzata da Yacht Club Portopiccolo asd. Una regata d’altura ad invito per imbarcazioni delle classi Mini-Maxi e Maxi dotate di certificato di stazza IRC-ORC sul percorso Venezia – PortoPiccolo Sistiana.
Venerdì 2 ottobre alle 16.00 avrà luogo la sfilata dei concorrenti in Piazza San Marco a Venezia.

Il percorso di circa 60 miglia prevede la partenza alle ore 24.00 di Venerdì 2 ottobre al largo del Lido
di Venezia presso l’imbocco del Canale di San Nicolò, il passaggio ad un cancello costituito dalla boa
foranea “PALOMA” nel golfo di Trieste, e l’arrivo nell’area di mare antistante il villaggio di
Portopiccolo a Sistiana entro le ore 18.00.

Si proseguirà poi il 4 ottobre con il Trofeo Bernetti, organizzato dalla Società Nautica Pietas Julia di Sistiana. Il Moro avrà la possibilità di confrontarsi con imbarcazioni di altissimo livello in occasione del Trofeo Bernetti, una della serie delle otto regate nel Mediterraneo del circuito Lombardini Cup e considerato la prova generale della Barcolana. Un campo di regata di quasi 15 miglia, una linea di partenza ridotta e quasi 150 imbarcazioni in competizione tra Trieste e Sistiana rendono questo appuntamento adrenalinico ed emozionante.

Il weekend successivo sarà la volta della Barcolana, la regata nata nel 1969 per iniziativa della Società Velica di Barcola e Grignano. La Barcolana è una storica regata velica internazionale che si tiene ogni anno nel Golfo di Trieste. È nota per essere una delle regate più affollate e particolari del mondo: su una singola linea di partenza infatti si ritrovano a gareggiare fianco a fianco velisti professionisti e semplici appassionati, su imbarcazioni di varie dimensioni suddivise in categorie di lunghezza.
Il 17 ottobre sarà la volta della Venice Hospitality Challenge, organizzata da Mirco Sguario in collaborazione con Marina Sant’Elena e l’hôtellerie di alto livello veneziana e col patrocinio di Venice to Expo 2015. Con il ritorno de Il Moro di Venezia nella sua città d’origine nella scorsa stagione per volontà dell’armatrice Serena Zanelli e del comandante Claudio Carraro prese vita questa manifestazione che porterà dieci maxi yacht tra bacino San Marco, Lido e Canale della Giudecca in una sfida tra virate e giri di boa nel cuore di Venezia. Nata nello spirito di rilanciare l’immagine di una Venezia d’eccellenza. Ogni yacht ospita a bordo grandi nomi della vela locale e internazionale e diventa portacolori di uno degli hotel partecipanti. L’edizione di quest’anno conta diverse novità, a iniziare dal percorso ancora più spettacolare e coinvolgente per il pubblico che vorrà godersi lo spettacolo dalle rive. Se il vento sarà intenso a sufficienza i maxi partiranno in bacino San Marco verso il Lido dove gireranno la prima boa. La seconda sarà a Sant’Elena, e da qui si parte verso il Molino Stucky per poi tagliare la linea di arrivo in bacino San Marco. Se il vento sarà debole invece si replica il percorso della scorsa edizione, con partenza davanti al Molino Stucky, un bastone davanti a piazza San Marco e l’arrivo all’ingresso del Canale dell’Orfano.
Il Moro sarà il vero protagonista e l’equipaggio, i partner ed i supporter saranno ospiti dell’Hotel Gritti, inoltre, la regata potrà essere seguita dall’acqua grazie a delle barche appoggio oppure dalla terrazza Danieli a S. Marco.

L’evento di chiusura della stagione avverà solo il 18 ottobre, quando a Venezia è in programma la Veleziana, organizzata dalla Compagnia della Vela. Più di 150 barche in partenza per la Veleziana, l’evento conclusivo della stagione velica del Moro: prima la corsa dal mare aperto al Lido, poi il passaggio tatticamente decisivo al forte di S. Andrea, infine la lunga passeggiata attraverso Riva degli Schiavoni per raggiungere il bacino S. Marco per il giusto tributo ai vincitori. Ugo Campaner, Presidente della Compagnia della Vela: «Siamo entusiasti della Veleziana 2014, un’edizione eccezionale quanto a partecipazione, divertimento e agonismo. Il percorso si è dimostrato molto tecnico e i tattici hanno dovuto mantenere i nervi saldi per avere la meglio sulle condizioni meteomarine. Un grazie va naturalmente a chi ci ha supportato e coadiuvato, in primo luogo alle istituzioni e agli sponsor».

Le premesse sono, dunque, ancora una volta, quelle di un evento velico d’eccellenza e di grande agonismo oltre che entusiasmo in uno scenario unico quale Venezia.

Lascia un commento