La vittoria di SuperNikka alla Maxi Yacht Rolex Cup

Si è chiusa oggi a Porto Cervo, in Sardegna, la Maxi Yacht Rolex Cup ed è un grande finale per la vela italiana, che conquista una vittoria eccezionale con il Vismara Mills 62 RC SuperNikka, lo scafo armato e timonato dall’imprenditore pisano Roberto Lacorte, vice Presidente e Amministratore Delegato dell’azienda farmaceutica Pharmanutra.SuperNikka, un innovativo progetto dello studio irlandese Mills Yacht Design realizzato in materiali compositi ad alta tecnologia a Viareggio, presso il cantiere Vismara Marine, e varato a fine aprile presso il nuovo Porto di Pisa, ha conquistato la vittoria nella classe Mini Maxi R, dominando la scena con ben tre vittorie parziali ottenute nelle cinque prove che hanno caratterizzato la settimana dei Maxi Yacht – 40 tra le barche più grandi e performanti in circolazione – organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda, con la sponsorizzazione di Rolex, nelle limpide e ventose acque della Sardegna settentrionale.

Un successo netto e perentorio, quello ottenuto da Roberto Lacorte e il suo equipaggio, che alla prima partecipazione alla Maxi Yacht Rolex Cup ha subito lasciato il segno, tenendosi dietro scafi quotati come il 20 metri Caro, un progetto dello spagnolo Botin per Maximilian Klink, e il britannico Spectre. Un team tutto italiano, quello allestito da Lacorte, che poteva contare sulla presenza di Tommaso Chieffi, una lunga esperienza tra classi olimpiche e Coppa America, e del duo del Team North Sails formato da Andrea Casale e Alessio Razzeto, trascinatori di un equipaggio che, come sottolineato dallo stesso armatore, chiaramente al settimo cielo per aver ottenuto un successo di rilevanza mondiale che arriva dopo la vittoria, ai primi di giugno, nella 151 Miglia-Trofeo Celadrin, è stato perfetto in tutto e per tutto, assecondando la tattica aggressiva del fuoriclasse Chieffi e riuscendo sempre a fare la cosa giusta al momento giusto.

“È così e voglio ringraziare tutti i ragazzi dell’equipaggio per quanto hanno fatto, dimostrando di essere un team nel vero senso del termine, unito nelle difficoltà come nei successi”, ha dichiarato un entusiasta Roberto Lacorte, dopo essere stato premiato in piazzetta a Porto Cervo durante l’ultimo, prestigioso atto di questa Maxi Yacht Rolex Cup. “Le prestazioni di SuperNikka sono state fantastiche, Mills Yacht Design e Vismara Marine hanno realizzato una barca eccezionale, ma chiaramente un simile potenziale bisogna saperlo sfruttare e non è sempre facile. Per questo, ripeto, l’equipaggio merita un applauso, perché è riuscito a tirare fuori tutto il meglio dal mezzo e la vittoria di tre regate su cinque è lì a dimostrarlo. Va detto”, ha aggiunto Lacorte, Presidente dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa e organizzatore, assieme allo Yacht Club Punta Ala, proprio della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, regata di successo che dall’anno prossimo farà anche parte del calendario dell’International Maxi Association, “che i nostri avversari ci hanno dato filo da torcere fino all’ultimo, ma abbiamo commesso pochi errori, siamo sempre stati nel posto giusto al momento giusto, grazie alle scelte tattiche di Tommaso, su un campo di regata meraviglioso quanto impegnativo come quello della Costa Smeralda. La nostra è una vittoria meritata, che voglio condividere con tutte le persone che hanno partecipato al progetto SuperNikka, anche quelle che non sono salite in barca. Ed è un successo di cui sono davvero molto contento”.

La Maxi Yacht Rolex Cup è stato il terzo appuntamento, dopo la 151 Miglia-Trofeo Celadrin e la Giraglia Rolex Cup, della stagione agonistica di SuperNikka, che chiuderà il 2015 partecipando alla Rolex Middle Sea Race (La Valletta, Malta, 17 ottobre).

Foto: Fabio Taccola

Lascia un commento