La conclusione a Dervio della Coppa Primavela

Cielo grigio, nuvole, qualche goccia di pioggia e la quasi totale assenza di vento: era iniziata così, a Dervio, la terza e ultima giornata della Coppa Primavela. Poi, verso l’una, con gli oltre 350 bambini già in acqua per disputare le regate finali di questo evento riservato ai velisti Under 12 organizzato dall’associazione di circoli Multilario e sponsorizzato da Kinder+Sport, l’improvvisa trasformazione, con l’arrivo di una Breva – il tipico vento termico locale da Sud – che ha toccato anche i 15 nodi d’intensità, spazzando via le nuvole e dando ai numerosi appassionati assiepati lungo le rive dell’alto Lario, la possibilità di vivere un altro magnifico spettacolo.

Una Coppa Primavela che va in archivio con i suoi grandi numeri e le centinaia di sorrisi che per tre giorni hanno trasformato Dervio nella sede dei “giochi della gioventù” della vela italiana. Un microcosmo colorato di barche, tavole, mute, guanti, carrelli, pulmini, giubbotti salvagente e visiere, un’allegra e contagiosa carovana, spot perfetto per uno sport ideale per la crescita e l’educazione delle nuove generazioni, per vivere a contatto con gli elementi e imparare a rispettarli. Poi ci sono anche le regate, chiaro, e quelle cui abbiamo assistito in questi tre giorni hanno evidenziato degli Under 12 di talento e dalle grandi prospettive, sempre che – sia ben inteso – continuino a divertirsi nell’andare a vela, aspetto basilare per crescere e migliorarsi. Giovani come Marco Franceschini della Fraglia Vela di Riva del Garda, Marco Gradoni del Club Nautico Fanese G. Vivani e Agata Scalmazzi della Fraglia di Riva, i primi classificati delle tre categorie in cui erano divisi gli oltre 230 Optimist in regata sul lago di Como (rispettivamente Coppa Primavela, Coppa del Presidente e Coppa Cadetti), oppure come Nicolò Anselmo e Giacomo Cucco del Circolo Nautico Loano, primi nella classe L’Equipe Under 12, e Alessandro Melis del Windsurfing Club Cagliari e Marco Guida di Ronza del Nauticlub Castelfusano, che hanno vinto le due classifiche delle tavole Techno 293 (rispettivamente Coppa del Presidente e Coppa Primavela). Menzione e premi speciali inoltre per Sofia Renna del Circolo Surf Torbole (prima femmina Techno 293 Coppa del Presidente), Lucia Napoli della Lega Navale Italiana di Carloforte (prima femmina Techno 293 Coppa Primavela), Margherita Pezzella e Letizia Maltese del Circolo Velico Torre del Lago Puccini (primo equipaggio femminile L’Equipe U12), Giada Babini (prima femmina Optimist Coppa Primavela) e Beatrice Sposato del Club Velico Crotone (prima femmina Optimist Coppa del Presidente) e Massimiliano Antoniazzi dello Yacht Club Adriaco (primo maschio Optimist Cadetti). La premiazione si è svolta al Parco della Boldona, alla presenza del Sindaco di Dervio Davide Vassena, del vice Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre, della campionessa Olimpica e attuale Direttore Tecnico della Squadra giovanile Alessandra Sensini, del Presidente della XV Zona Fabio Mazzoni, del Presidente dell’Associazione Multilario-Comitato Organizzatore Marco Canepa, il Consigliere Federale Angelo Insabato, del Principal Race Officer della manifestazione e Consigliere FIV Guido Ricetto, del Presidente della Giuria Marco Alberti e del Segretario Generale della FIV Gianni Storti.

Archiviata con successo la Coppa Primavela, il Comitato Multilario che riunisce l’Aval-CDV Gravedona, il Centro Vela Dervio, il Circolo Vela Bellano, la Lega Navale Italiana Milano-Dervio, l’Orza Minore Dervio e lo Yacht Club Milano-CVC, è pronto ad accogliere gli oltre 400 ragazzi e ragazze Under 19 impegnati nei Campionati Nazionali Giovanili classi in singolo, organizzati sempre a Dervio con la collaborazione dello staff della XV Zona FIV, la sponsorizzazione di Kinder+Sport e il supporto di Vallespluga e un pool di sponsor: in acqua le classi Optimist (M/F), Laser Radial (M/F), Laser 4.7 (M/F) e Techno 293 (M/F), con prime regate in programma per giovedì 10 settembre e conclusione domenica 13.

Foto:Marco Massetti/AGNetwork/FIV ©

Lascia un commento