Nastro Biancazzurro: Tutti i vincitori

E’ cominciato con la Nastro Biancazzurro il “caldo” settembre del Circolo Nautico da adesso in poi impegnato su diversi fronti fino a metà ottobre; la regata che assegnava i titoli di campioni sociali dell’open è stata ben partecipata, 30 barche, trovando anche condizioni meteo più che soddisfacenti con una bella giornata di sole e uno scirocco tra gli 8 e i 9 nodi che ha reso piacevole il percorso anche a vele bianche. Comitato di Regata preciso e puntuale con Fausto Zennaro, Nelson Perini, Guglielmo Crivellari, Luca Bertin e Paolo Idile ben coadiuvati dal gommone posaboe con Gianni Rossetti e Agostino Nordio, la regata partiva solo con qualche minuto di ritardo, subito in testa le grandi Blu X, Grace, Gabbianella e Gaucho assieme ai Minialtura che però potevano fare uso di spinnaker o gennaker e quindi allungavano nelle andature portanti. Bella regata combattuta in tutte le classi nonostante l’assenza di compensi imposta dalla FIV penalizzi non poco il divertimento e l’incertezza, tuttavia la voglia di divertimento e le ottime condizioni meteo hanno permesso di passare una giornata veramente positiva.

Le prime imbarcazioni a tagliare il traguardo dopo quasi un’ora di regata erano Enjoy il Melges 24 di Stefano Bragadin che precedeva di una manciata di minuti il Platu 25 Ariel, l’X43 Blu X, Grace e il J24 sociale Gaia autore ancora di una bella performance.

Nelle diverse categorie vittoria in Classe D per Bussolotta di Fabio Lanza a precedere il primo Meteor Crysalia 2 e Orca di Denis Gallo; in Classe C “dominio” di Kiwi di Dino Ravagnan che ha preceduto Rosi di Alberto Baldo e Can Can di Paolo Pagan, in questa classe buona regata del Blu Sail 24 Magia del nuovo socio Michele Novelli giunto al 2° posto ma tolto dalla classifica di classe e premiato a parte in quanto da quest’anno ci eravamo dati la regola di non “mescolare” l’open con barche dichiaratamente da regata come i Minialtura; in Classe B vittoria di Athena di Giovanni Berto invano inseguito da Tyche di Lorenzo Nordio e Whisper di Oriella Nordio mentre in Classe A Blu X di Franco Zennaro regolava Grace di Mirco Grigoletto e Gaucho Bagigia di Roberto Tiozzo; infine nei Minialtura anche dopo il calcolo del tempo compensato con GPH fisso rimaneva la vittoria di Enjoy di Stefano Bragadin su Ariel del Portodimare e Gaia Deewear condotto da Le Strambe.

Nel corso della premiazione l’addetto sportivo Corrado Perini ricordava ai presenti i prossimi importanti appuntamenti invitandoli alla massima partecipazione sia alla Bart’s bash che a Chioggiavela e in particolar modo alla serata del venerdì che prevede la partecipazione di Alberto Bolzan reduce dalla estenuante Volvo Ocean Race. I campioni sociali dell’Open e Minialtura saranno premiati in sede di Assemblea Generale di fine anno, per regolamento si laureano campioni sociali le imbarcazioni meglio classificate con un timoniere del CNC che per quest’anno coincidono con i vincitori delle varie categorie.

Qui le classifiche classe A
Qui le classifiche classe B
Qui le classifiche classe C
Qui le classifiche classe D
Qui le classifiche minialtura

Lascia un commento