Da domani il via al Campionato Italiano Assoluto Vela d’altura

Pronto ai blocchi di partenza il Campionato Italiano Assoluto Vela d’altura, in programma dal 25 al 29 agosto organizzato dal Club Vela Portocivitanova. Le iscrizioni, che si sono chiuse a 47 barche sono divise come sempre nei gruppi A e B. Presenti alcune delle barche di punta dell’altura italiana che si daranno battaglia tra le boe.

Tra queste il Tp 52 Hurakan di Marco Serafini, quest’anno impegnato anche in alcune tappe delle 52 Super Series e l’Arya 45 di Sergio Quirino Valente, in regata per i colori della Compagnia della Vela di Venezia.

Se avrò la nuova barca pronta in tempo utile per le regate, ci sarò”. Così Sergio Quirino Valente, consigliere UVAI, aveva detto lo scorso 9 luglio, durante la presentazione della Delta Motors Cup – Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura. E ha mantenuto la promessa, ufficializzando la partecipazione della sua Duvetica Grey Goose, un Arya 415 fiammante, appena varato. Oltre al suo impegno istituzionale, va ricordato che Valente è anche un velista coi fiocchi che lo scorso anno ha vinto – giustappunto – il titolo italiano altura. Presentandosi come defender, quest’anno l’avversario da battere sarà proprio lui.

Attenzione anche a “Due R nel Vento”, il primo First 40 consegnato in Italia da Beneteau. “Due R nel vento”, nomen omen che racchiude le iniziali del suo armatore, Roberto Reccanello. Padovano, imprenditore di professione, Reccanello non è un neofita della vela, anzi, naviga da quasi 40 anni, ha cambiato ben 11 barche e vanta 2 titoli italiani, un argento alla Quarter Ton Cup e un quinto posto mondiale. “Dopo aver gareggiato nel competitivo mondo degli one design con un Farr 40, ho scelto la competizione sulle barche di serie che – spiega Reccanello – hanno ormai raggiunto un livello tecnico di eccellenza, specie nell’Alto Adriatico, pur mantenendo un clima di amicizia e di armonia tra i componenti dei vari equipaggi“.

Da segnalare anche Il Moro di Venezia XXVII di Alessandro Narduzzi della Compagnia della Vela Venezia, e nel gruppo B il G.S.37 “Arka”, dell’armatore Piero Roul, altro portacolori insieme a Reccanello del circolo velico “Il Portodimare” di Padova.

Lascia un commento