La Compagnia della Vela apre le sue porte a Sammy

La Compagnia della Vela apre le sue porte a Sammy Basso il ragazzo 19enne vicentino di Tezze sul Brenta affetto dalla progeria o Sindrome di Hutchinson Gilford, malattia che causa l’invecchiamento precoce, per celebrare il suo “battesimo” del mare. Sammy sarà a Venezia giovedì 20 agosto per l’intera giornata grazie ad un’iniziativa voluta dall’Associazione “Amici del porto e della laguna” che raggruppa molti degli operatori portuali della Marittima e che lo porterà alla scoperta del mare e dei tesori della Serenissima e del suo porto crociere

La giornata, ribattezzata “Una staffetta per Sammy”, ha come scopo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e far comprendere le difficoltà delle famiglie che si trovano a lottare con la scoperta di un familiare affetto da una malattia genetica rarissima. La progeria, nel caso specifico, colpisce un bambino ogni 4-8 milioni di nati. In tutto il mondo ci sono circa 70 casi affetti da questa sindrome, di cui 5 in Italia. I sintomi, evidenti fin dai 18-24 mesi di vita, sono caratteristici dell’invecchiamento naturale, a partire dalla predisposizione a malattie del cuore.

Sammy giungerà a Venezia assieme alla sua famiglia verso le 9.30 da Marghera nella darsena Vizianello. Successivamente alle ore 10.30 è previsto l’arrivo all’Isola di San Giorgio al Centro Sportivo della Compagnia della Vela, dove ad accogliere gli ospiti ci sarà il presidente di Ebt (Ente Bilaterale del Turismo) e il vice presidente della Compagnia della Vela, Emilio Vianello, che per l’occasione metterà a disposizione la sua bellissima e unica sede. Sammy potrà vivere l’emozione di mettersi al timone di una barca a vela nel cuore della laguna ed ad aspettarlo e festeggiarlo troverà i ragazzini della scuola vela della Cdv. In base alle condizioni atmosferiche e di marea Sammy verrà accompagnato a bordo di una barca a vela dove vivrà l’emozione di sentirsi comandante di un’imbarcazione nel cuore della laguna.

Se il tempo non dovesse essere clemente, gli amici di Ebt e della Compagnia della Vela, mostreranno a Sammy e alla sua famiglia le bellezze della sede di San Giorgio e illustreranno il progetto Lagunae’. Quindi a mezzogiorno un motoscafo della Cooperativa Veneziana Motoscafi, attrezzato con pedana per l’accesso facilitato a persone con difficoltà motorie, preleverà gli ospiti e li condurrà al porto di Venezia in Marittima. E la giornata proseguirà alla scoperta di alcune perle della nostra magnifica laguna tra le quali l’Isola della Certosa e l’Isola di Sant’Erasmo.

Sammy nonostante la malattia che ha portato il suo fisico ad invecchiare molto rapidamente con tutte le conseguenze che ciò comporta, frequenta il primo anno alla facoltà di Fisica presso l’Università di Padova, e dopo la Laurea vorrebbe lavorare al Cern di Ginevra (L’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare).

L’intera giornata verrà raccontata sui social e con immagini e riprese dedicate unicamente alla visita di Sammy a Venezia.

Lascia un commento