Tutto pronto a Napoli per l’apertura del Kick-off dell’Italian Sailing Champions League

E’ tutto pronto a Napoli per la grande sfida tra club da tutta Italia. Domani con la cerimonia di apertura dell’evento si apre un nuovo capitolo della vela italiana. Al Reale Yacht Club Canottieri Savoia sono già arrivati alcuni team che domani mattina potranno allenarsi sugli Este24 che verranno usati come barca monotipo per le sfide in acqua.
Ultimi preparativi per organizzare al meglio questo evento dove saranno finalmente i Club a prendere la scena in una manifestazione che rappresenta una novità unica, mai vista sui campi di regata italiani: la Italian Sailing Champions League.
Il programma prevede la Cerimonia di apertura alle ore 18:30 presso il RYCCS con lo spiegamento delle Bandiere di regata dei singoli Club, una cerimonia nello stile che contraddistingue le gare internazionali di alto livello. Nulla è lasciato al caso, dalle autorità presenti, al prestigio e lustro che i club partecipanti portano con se, soci e velisti che si ritrovano insieme in una regata unica nel suo genere. E tra questi spiccano nomi di atleti che hanno di certo un background invidiabile. Matteo Ivaldi sarà al timone del Club Canottieri Roggero di Lauria insieme ad un terzetto di top sailor capitanati da Gabriele Bruni. Il ravennate è sicuramente tra quelli da tenere d’occhio, insieme ai triestini dello Yacht Club Adriaco Furio Benussi e Andrea Micalli. Alessandro Bonifacio, Mauro Parladori e il Presidente della Società Velica di Barcola e Grignano Mitja Gialuz faranno parte dell’altra compagine triestina. Per Civitanova, Giacomo Sabbatini guiderà un gruppo molto affiatato, così come per L’Aeronautica Militare Giancarlo Simeoli, velista a tutto tondo con un passato sulla classe Este 24. Il Circolo Canottieri Aniene, capitanato da Alessandro M. Rinaldi, cederà il timone a Samuele Nicolettis che insieme al terzetto Matteo Aglietti, Matteo Mason e Diego Battisti formano un altro gruppo esperto di questo monotipo. Come dimenticare il fuoriclasse del circolo ospitante, Massimiliano Cappa, altro campione del mondo e già rodato sugli Este. Il Circolo della Vela Bari schiera Paolo Semeraro, velista di fama internazionale. Il Circolo Nautico e della Vela Argentario schiera al timone Edoardo Mancinelli Scotti, lo Yacht Club Italiano, capitanato da Enrico Isenburg schiererà al timone Giulio Desiderato. 

Negli altri team non mancano di certo elementi di grande esperienza o giovani che già sui monotipi vantano risultati importanti. Sarà un gioco duro, senza sosta, con grandi ritmi da mantenere sempre alti, combattendo ad armi pari, tranne che con la calura che in questi giorni ha preso di mira la nostra penisola.
Il campo di regata sarà posizionato proprio di fonte al Lungomare Nazario Sauro di Napoli, una tribuna naturale dalla quale gli spettatori potranno godersi uno spettacolo velico unico, con i sfavillanti gennaker DHL gonfi di brezza, con il Vesuvio e Capri a far da sfondo.
Il Reale Yacht Club Canottieri Savoia e’ pronto ad ospitare il primo evento di questa nuova sfida tra circoli velici. La nostra centenaria tradizione ci rende tranquilli che tutto funzionerà al meglio. Il nostro Circolo non è nuovo a questo tipo di sfide – ricorda il Vicepresidente sportivo Michele Fortunato – infatti nel 2001 abbiamo lanciato la sfida per l’America’s Cup 2003 con l’armatore Vincenzo Onorato al Royal New Zealand Yacht Squadron di Auckland con l’imbarcazione Mascalzone Latino. Sfida lanciata poi anche nel 2007. In questi giorni nel Circolo si respira la stessa frizzante atmosfera densa di aspettative per queste entusiasmanti regate che vedranno coinvolti 21 tra i più prestigiosi circoli velici italiani con le loro squadre composte da atleti tra i più blasonati”.
“Siamo orgogliosi di essere parte attiva di questo kick-off, motivo di orgoglio per il mondo della vela italiano”, ha commentato Alberto Nobis Amministratore Delegato di DHL Italia. “Dopo Barcolana e Lunga Bolina è il terzo grande appuntamento velico che sosteniamo convintamente perché è parte di una partnership basata su valori forti. Innanzitutto il nostro impegno per l’ambiente e la sostenibilità, la valorizzazione delle eccellenze i tutti i campi, il gioco di squadra, la precisione e l’attenzione al miglioramento continuo, che ci guidano ogni giorno nel nostro lavoro”. “Questa partnership infine – ha concluso Nobis – ci permette di approfondire ulteriormente la conoscenza delle esigenze del settore nautico, che possiamo supportare nel suo sviluppo, mettendo a disposizione la nostra expertise e la capillarità del network di DHL in tutto il mondo”.

Lascia un commento