Tp 52: Azzurra è Campione del Mondo

Azzurra è Campione del Mondo, con una prova di anticipo il team degli armatori argentini Pablo e Alberto Roemmers vincono il TP52 World Championship Puerto Portals, terza tappa delle 52 SUPER SERIES. Una settimana di regate dove la consistenza dei risultati ha fatto la differenza, la regolarità del team condotto da Guillermo Parada e Vasco Vascotto (al suo 25° sigillo) non ha lasciato scampo agli avversari che si sono avvicendati nel ruolo di pretendenti al titolo. L’altissimo livello della flotta dei TP52 schierato a Portals non ha permesso a nessuno di fare il minimo errore, Azzurra è stata la migliore, mantenendo sempre la posizione in zona podio e mettendo al sicuro già ad un giorno dal termine il titolo. Incredibile rimonta di Platoon che si aggiudica il secondo posto e Provezza che chiude in bellezza con un terzo posto finale.
Una settimana perfetta grazie alle condizioni meteo molto estive, ma sufficienti per garantire lo svolgimento di dieci prove, tra cui una mini costiera, mantenendo la tensione sempre alta, con ribaltamenti ai vertici della classifica e mai nulla di scontato. Il campione uscente Quantum Racing fino a ieri era in corsa per il titolo, quantomeno per il podio, mentre oggi ha ceduto a Platoon e Provezza, due team che si erano fatti notare con delle belle vittorie di manche ma anche con degli errori madornali che ne avevano compromesso la classifica. Oggi una vittoria a testa per la corazzata tedesca di Harm Müller-Spreer che ha chiuso al secondo posto con molta soddisfazione, non dimenticando che ha vinto il premio del timoniere-armatore, un doppio successo per una barca molto veloce questo progetto che è tornato alla grande, di pari passo con il rinnovamento della flotta. I turchi dell’armatore Ergin Imre hanno chiuso al terzo posto, che dire, con merito. Alegre di Andres Soriano e Rán Racing di Niklas Zennström chiudono con lo stesso punteggio ma per i migliori piazzamenti della barca turca rimangono a bocca asciutta, a fasi alterne la barca turca, mentre per lo svedese già campione del 2013, molte difficoltà a inizio campionato, colmate con un finale degno del titolo, la consistenza però si chiama Azzurra. Deludono Sled, Phoenix e Bronenosec, con un grande equipaggio qualche piccola difficolta, è lo scotto che si paga in questa classe dall’altissimo livello. Paprec e Xio Hurakan chiudono le fila, il fatto di aver partecipato a questa competizione ed aver fatto qualcosa di buono è comunque una grande premio.

Il primo start tarda ad arrivare per colpa di un salto di vento importante a un minuto dalla partenza. Il Comitato di Regata fa riposizionare il campo di regata e alle 13:20 arriva ufficialmente la prima partenza, vento intorno ai sei sette nodi, Azzurra al centro della linea vicino a Gladiator Quantum e Sled, la giuria vede troppe barche fuori, general recall, tutto di rifare, stavolta però viene issata la bandiera nera.

Dopo la prima partenza annullata dunque arriva la seconda. Si riparte alle 13:30 circa e più o meno lo stesso schieramento della prima partenza con i russi e Phoenix che pasticciano partendo in ritardo Gladiator, Quantum, Sled e Azzurra al centro. Alla prima bolina davanti c’è Provezza seguito ad Alegre, un sorprendente Paprec e un’ottima Azzurra che passa davanti a Sled. Quantum intrappolato nel giro di boa, Azzurra nei primi cinque che non contano per la generale, va bene così.

Al gate non succede molto, Provezza e Alegre passano in testa, Azzurra ancora in controllo seguita da Quantum, se finisce così è titolo. Al secondo passaggio di bolina Alegre e Provezza leader, sale un pò l’aria e nuovamente cambia la direzione, inizia l’ultima discesa per il titolo di Azzurra. L’ultima poppa vede una grande battaglia tra Provezza e Alegre che hanno dimostrato di essere molto veloci a fasi alterne, Azzurra cavalca verso l’arrivo con alle spalle i suoi diretti avversari e con una regata di anticipo vince il titolo mondiale, strameritando questo mondiale, a bordo la gioia è’ incontenibile, abbracci strette di mano qualche lacrima, tutto è passione per questo team e questo sport.

Per la cronaca, l’ultima regata viene vinta da Platoon che si aggiudica così la medaglia d’argento in classifica generale, seconda piazza per Rán Racing di Niklas Zennström che sfiora il podio finale, terza piazza per Sled, che ha chiuso con due terzi posti di giornata. La festa è terra e in acqua, dove finiscono i protagonisti di questa battaglia per il titolo mondiale, i ragazzi di AZZURRA!

Guillermo Parada (ARG) timoniee di Azzurra (ITA): “Sono felice per questo risultato, arrivoato con la forza di tutti i miei compagni, abbiamo capito che si poteva vincere questo mondiale dal secondo giorno quando lavorando bene la barca ha dimostrato di essere moto veloce. Con Vasco l’intesa è perfetta e questo ha fatto il resto. Sono state regate molto dure, non si può lasciare nemmeno un centimetro agli avversari che ti ritrovi subito dietro di molte posizioni, questo circuito ha dimostrato di essere quanto di meglio c’è nel mondo delle barche a monoscafo. Devo ringraziare tutti i ragazzi del team per questa splendida settimana, dopo aver vinto la tappa di Porto Cervo in casa nostra, ora qui a Portals per il titolo mondiale, mi sembra di sognare.”

Vasco Vascotto (ITA), tattico di Azzurra (ITA): “Voglio dedicare questo titolo a chi mi vuole male – sorridendo – perchè chi mi vuole bene condivide con me ogni mia sconfitta ed ogni mia vittoria, un brindisi alla salute di tutti i miei cari amici e parenti alla quale spesso non dedico tutto il tempo che vorrei, il mestiere del velista mi porta ad essere domani a Los Angeles, la prossima settimana in Svezia e poi nuovamente a Palma de Mallorca. Voglio ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questi miei successi, velisti, uomini, amici che hanno lavorato e continuano a lavorare con me, sopportando a volte la mia irruenza agonistica, quella forza che mi ha sempre aiutato nei momenti difficili e in quelli in cui dovevo gestire le mie emozioni. Grazie a tutti di cuore!!”

Nacho Postigo (ESP), navigatore di Phoenix (TUR): “E’ un terzo posto incredibile il nostro, arrivato proprio nell’ultima giornata, se si guarda la classifica a parte Azzurra che ha dominato alla grande con regolarità, le altre barche sono tutte in fazzoletto di punti, siamo molto contenti di questo risultato, siamo risaliti bene dopo quella giornata con due vittorie, è un traguardo importante per il nostro gruppo, perchè essere davanti a Ràn e Quantum ci sorprende ma ci fa veramente piacere, ce lo siamo meritati questo terzo posto, le regate qui sono state spettacolari come sempre, in una classe che è rinata con grande forza di tutti gli armatori.”

Lascia un commento