A Malcesine il via alle regate della Red Bull Foiling Generation

Le regate della tappa italiana del Red Bull Foiling Generation, ospitata dalla Fraglia Vela Malcesine, hanno preso il via ufficialmente oggi venerdì 10 luglio, dopo tre giorni di test e allenamenti.

I trenta atleti azzurri di età compresa tra i 16 e i 20 anni, selezionati per la tappa italiana del Red Bull Foiling Generation, si sono sfidati nelle acque del Lago di Garda a bordo dei velocissimi Flying Phantom nel corso di una giornata caratterizzata da eccezionali condizioni meteo. Ogni loro azione in barca è stata seguita da vicino dai direttori sportivi del circuito, Roman Hagara e Hans Peter Steinacher, campioni olimpici nella classe Tornado nel 2000 a Sydney in Australia e nel 2004 ad Atene in Grecia.

La formula di ogni tappa prevede lo svolgimento di una serie serrata di regate di selezione molto impegnative per gli equipaggi, spettacolari e coinvolgenti per il pubblico che assiste dalle rive. Ogni imbarcazione è distinta da un colore: rosso, giallo, blu o grigio. A bordo di tutte le barche un equipaggio di due persone. I primi due classificati avanzano al turno successivo, mentre i due perdenti hanno una seconda possibilità di qualificazione con un turno di ripescaggio. I vincitori di ogni tappa del Red Bull Foiling Generation si qualificano di diritto per la finale mondiale dell’evento che si disputerà nel 2016, tra gli equipaggi di sette diverse nazioni.

Al termine della giornata odierna i primi equipaggi qualificati per i quarti di finale sono quelli di: Matteo Pilati e Francesco Rubagotti, Simone Salvà e Michele Cecchin, Gianluigi Ugolini e Giulio Zizzari, Filippo Maccari e Matteo Tombolini.

Per tutti gli altri equipaggi domani sabato 11 luglio sono in programma le regate di ripescaggio alle quali seguiranno i quarti di finale e  le semifinali. Le finali per il 1° e 2° posto e per il 3° e 4° posto saranno disputate domenica 12 luglio.

Testimonial dell’evento è il plurititolato Enrico Zennaro, che non perderà l’occasione per osservare attentamente e da vicino alcune tra le più interessanti promesse della vela italiana, proprio in vista magari dei prossimi impegni internazionali.

Il Red Bull Foiling Generation

Il nuovo circuito mondiale è riservato ai velisti di talento di età compresa tra i 16 e i 20 anni, ai quali viene data la possibilità di sfidarsi in equipaggi composti da due persone a bordo degli innovativi catamarani Flying Phantom.

Queste imbarcazioni (5,50 metri di lunghezza per 3 di larghezza) sono dotate di derive a forma di J, chiamate foil, grazie alle quali sono in grado di volare letteralmente sull’acqua a una velocità che può raggiungere i 35 nodi (70 km). Il Red Bull Foiling Generation quest’anno è composto da sette tappe che si disputano in altrettante nazioni (Giappone, Gran Bretagna, Italia, Svezia, Danimarca, Russia e Francia). I vincitori di ogni singolo evento parteciperanno alla finale mondiale nel 2016.

Clicca qui per i risultati

 

Lascia un commento