SB20 World Championship: A Torbole conduce Roger Hudson

Un’altra giornata meravigliosa all’SB20 World Championship 2015, altre 3 prove disputate per entrambe le flotte. Vento steso da sud sui 14 nodi già da mezzogiorno, ha consentito di dare la prima delle sei partenze odierne, puntuale alle 13.00. Anche oggi campo trapezoidale per poter avere le 92 imbarcazioni suddivise in 2 batterie, il campo interno – più a ovest – aveva un leggero vantaggio sulla parte destra, mentre su quello più a est le barche preferivano stare sotto costa.

Nella prima prova giri di boa molto concitati ma tutti regolari, non sono però mancate le auto penalizzazione per aver toccato la boa o un’altra barca. Un ‘OCS’ nella flotta blu, GBR 3047 di Peter Heyn che è partito prima del tempo anche nella seconda prova di oggi. I vincitori di questa regata sono stati l’under25 francese Robin Follin e il britannico Keri Harris.

Anche la seconda prova è partita in perfetto orario con Ora ancora sui 14 nodi, più intensa verso nord. L’arrivo alla prima bolina è da brivido per entrambe le flotte, le barche sono tutte molto concentrate e sono in tanti a forzare l’ingresso in boa, più di un paio si toccano o toccano la boa con conseguenti 360°, GBR 3149 Poor Buoy – “in nomen omen” – e IRL 3060 The Bear, rimangono per qualche attimo incastrate prima di issare i gennaker per il lato di poppa. Durante questa prova c’è stato anche uno scontro tra POR 3286 Gandiablasco e RUS 3281 costringendo il primo al ritiro per un buco sulla mura sinistra. Vincono la quinta prova – con cui si inserisce il primo dei due scarti – Luka Rodion UKR 3726 e John Polland GBR 3724.

Alla terza prova la competizione si è fatta più forte e il Comitato, presieduto da Carmelo Paroli, ha dovuto dare ben due Richiami Generali prima di far partire entrambe le flotte con bandiera nera provocando ben 3 squalifiche. Vincono la prova Luka Rodion – per la seconda volta oggi – e il britannico Forelle Estate. In classifica overall dopo 6 prove il terzo, e primo italiano, è Gian Matteo Paulin su ProtectTapes con Ian Ainslie al timone, secondo il giovane francese Robin Follin e conduce invece il sudafricano Roger Hudson di Raceahead che ha chiuso la sequenza odierna con due secondi posti.

Con oggi sono finite le regate di qualificazione, da domani la flotta sarà divisa nelle batterie Gold e Silver, primi 50 classificati e ultimi 50. La partenza sarà sempre alle 13.00.

Lascia un commento