Protagonist 7,50: Luca domina le selezioni Match Race

Pietro Corbucci, al timone di Luca, lo scafo del Circolo Nautico Brenzone armato da Luciano Avesani, si è nettamente affermato nella fase di selezione della XVI Match Race Cup della Classe Protagonist 7.50.

La manifestazione è stata organizzata dalla Società Canottieri Garda Salò in collaborazione con l’Associazione Vela Crema e si è svolta in regime di brezza leggera ma regolare, che ha consentito di rispettare l’intero programma.

Impeccabile il lavoro svolto dalla giuria composta da Franca Vanè (presidente), Vincenzo Cinalli ed Ezio Pozzengo, affiancata dagli arbitri Patrizio Vtillo in veste di capo arbitro, Antonio Rotondo ed Ernesto Zucca.

Sabato ha avuto luogo il primo girone all’italiana (round robin, nel gergo del match race) nel quale ogni concorrente ha sfidato tutti gli altri. Al termine dei quattordici “voli” disputati è apparsa netta la supremazia di Luca che con sette vittorie su sette ha regolato tutti gli avversari. Secondo Marco Schirato con Il Peso della Farfalla, di Roberta De Munari, che tranne lo scontro diretto con il Luca, ha vinto tutte le altre sfide. Terzo Casper, affidato dall’armatore Cesare di Mezza a Davide Bianchini. A seguire MMHHAI Più, timonata da Antonio Scialpi, il vincitore dell’edizione 2014 El Moro, condotta da Enrico Sinibaldi, Pietro Bembo con MisterMaxBessi Bis, affidata ad Andrea Taddei, e Geronimo guidata da Giovanni Panzera.

Domenica le barche che il giorno precedente  si sono classificate dal quinto all’ottavo posto hanno disputato un altro round robin per stabilire la seconda metà della classifica. Sono risultati nell’ordine El Moro, che passa comunque alla fase finale in qualità di defender, MisterMax, Bessi Bis e Geronimo.

Le prime quattro della classifica provvisoria di sabato hanno invece disputato semifinali e finali che hanno portato a decretare la classifica dal primo al quarto posto:  Primo Luca, di Luciano Avesani, secondo Il peso della Farfalla, di Roberta De Munari, terzo Casper, di Cesare di Mezza e quarto MMHHAi Più, di Marina Guerra.

Per il vincitore Pietro Corbucci “E’ stato un bellissimo weekend a Salò. Il risultato è andato oltre le nostre aspettative perchè in acqua c’erano degli equipaggi molto preparati ed a mio avviso c’era un livello più elevato rispetto alle scorse edizioni”.Corbucci ha anche ringraziato l’armatore Luciano Avesani ed ha voluto dedicare questo risultato alla sua cara amica Asia.

I primi quattro classificati ed il detentore del titolo, si ritroveranno nel weekend 12-13 settembre nelle acque di Moniga del Garda, dove si svolgrerà la fase finale della Match Race Cup.

Lascia un commento