Il rosa della Rimini-Corfù-Rimini

Le vele si tingono di rosa alla Rimini-Corfù-Rimini. Ben 5 le veliste impegnate nella regata partita il 4 luglio dal porto di Rimini e che sta procedendo ormai superato il Gargano. Una presenza femminile importante che ribadisce che questo sport non è prerogativa maschile.

Si chiamano: Federica Gattei (skipper di Ssailing44), Roberta Mazza e Simona Ceccarelli (entrambe su Ariminum), Marina Battistini (sul Mini Jeans & Jeans) ed Elena Cristina Urdea (fotografa che fa parte dell’equipaggio di Teneramente).

La passione per la vela di Federica, Roberta e Simona nasce dopo un corso al Circolo Velico Riminese. Da allora, tre anni fa, molte le partecipazioni a regate del circuito e ora l’esperienza più difficile, affrontare mille miglia senza tappe. Una sfida con il mare e con se stesse.Una prova soprattutto per Marina Battistini che grazie a questo sport ha superato le sue crisi di panico. Una problematica che colpisce molte persone e che può essere risolta proprio attraverso la vela. Il mare, le regate: concentrazione, agonismo, ma anche paesaggi mozzafiato e un’avventura dalle molteplici sfumature. Avventura che ha conquistato anche la fotografa Elena Cristina Urdea pronta a immortalare orizzonti, soli e lune e il brivido della competizione.

Competizione che sta procedendo con Pokekiakkiere in testa seguita da Sailing44 e Altamarea. Percorsi sottocosta per le barche tranne che per il Mini Antigua, che ha scelto un’altra strategia e naviga vicino alla Croazia. Si è ritirata ieri invece Almic.

Il video della partenza della Rimini – Corfù – Rimini

Lascia un commento