Concluso a Barcellona il Mondiale ORCi, tutti i risultati

Dopo una lunga settimana di venti leggeri, lunghi rinvii, sole ancora più caldo degli animi dei concorrenti, oggi a Barcellona sono stati incoronati tre Campioni del Mondo ORC 2015.

Xio di Marco Serafini. La barca di Rossi è un po’ più lenta di Xio e diSul TP52 Enfant Terrible Minoan  Lines la tensione oggi era alle stelle: il team era in vantaggio ma di soli due punti sulla sistership Airis, per cui la loro tattica è stata quella di stare quanto più possibile vicino e marcare stretto l’avversario per non perdere l’esiguo vantaggio, giocando sul tempo compensato. Rossi, che dal 2011 adoggi aveva collezionato 3 mondiali ORC e uno Farr 40 ha potuto aggiungerne uno grazie al secondo posto di oggi con un distacco di soli 7 secondi, con il TP 52 di Roberto Monti, Airis, appena dietro in acqua e in tempo compensato.

“E’ stato difficilissimo perchè ET è una barca al top ma è del 2008, mentre quella del nostro diretto avversario è molto più recente. Non abbiamo mai mollato neanche per un minuto in tutta la settimana di regate”. Quale è il segreto di tanti successi? ” La squadra. E’ fantastica, siamo sempre gli stessi e non abbiamo mai cambiato nessuno.  Questo è il segreto”

Il team di Rossi : Vasco Vascotto alla tattica ( 18 titoli iridati nel suo palmares) Francesco Di Caprio, Marco Carpinello, Matt Mason, Roberto Strappati, Massimo Gherarducci, Federico Giovannelli, Claudio celon, Nicolas Dal Ferro, Daniele De Luca, Francesco Mongelli, Daniele Cassinari e Samuele Nicolettis.

A Xio di Marco Serafini va la medaglia d’Argento per 1 solo punto, mentre il Bronzo è dello Swan 42 Rats on Fire dello spagnolo Rafael Carbonell , con soli due punti di margine sul team francese del  GP42Team Vision Future.

In Classe B Pedro Campos non aveva proprio la stessa pressione di Rossi, perché aveva cinque punti di vantaggio sullo Swan 42 rivale Pez de Abril, sempre con i colori spagnoli, ma doveva comunque fare una buona regata, fuori di rifiuti tra le 38 barche della classe più numerosa del campionato. Arrivando al terzo posto hanno preso i punti necessari per mantenere la testa della classifica e vincere il suo secondo Mondiale ORC e il 15°titolo Mondiale nelle varie classi.

“Siamo molto contenti perché questo è stato di gran lunga il titolo più difficile da conquistare per il grande numero di barche e la qualità dei nostri avversari. E’ bello iniziare la stagione con questa importante vittoria. Le chiavi di questo successo sono state: la costanza nei punteggi e la regata di altura che per noi è stato il risultato migliore” ha commentato Campos.

Il team di Campos in questa settimana : Juan Meseguer alla tattica, Jaime Arbones, Lino Perez, Eduardo Marin, Luca Lanzillo, David Louzao Abelleiro, Pablo Iglesias, Javier Cela, Muis Mas, and Fernando Rodriguez Rivero.

La medaglia d’ Argento della Classe va a Pez de Abril e il Bronzo all’italiana Siracordis, X 41 di Pier Vettor Grimani.

Come il campione di Classe A anche quello di Classe C ha vinto il titolo lo scorso anno a Kiel, ma a differenza del primo loro erano qui con una barca nuova, l’Italia 9. 98 Low Noise II di Giuseppe Giuffrè.

Loro hanno avuto un buon avvio, con la vittoria della prima regata della serie, ma poi sono incappati in un 15° posto nella regata lunga (3). Da questo momento  in poi la barca è sempre rimasta nelle prime cinque posizioni e ha ottenuto il secondo posto nell’ultima regata di oggi che gli ha permesso di chiudere in bellezza una settimana impressionante in una classe particolarmente agguerrita.

“La quarta vittoria del titolo mondiale è stata la più difficile di sicuro” ha detto il tattico Lorenzo Bodini ” Siamo venuti quest’anno con la nuova barca disegnata da Matteo Polli che è veloce, ma molto più piccola, quindi abbiamo dovuto lottare contro barche più grandi e sempre nei loro rifiuti, In più nelle prime cinque barche ci sono tanti olimpici, quindi è stato tutto un gioco di tattica. Abbiamo lavorato davvero bene, la squadra è molto forte ed è sempre un piacere vincere”.

Ancora importanti premi sono stati assegnati agli equipaggiCorinthian, non professionisti classificati ISAF Gruppo 1, per ogni Classe. Questi Trofeo sono andati tutti ad equipaggi spagnoli: Andrea Masi sullo Swan 45 Random Research Ulika in Classe A (9 posto); ad Jose Ignacio Vicent con l’X41 Phonemovil (10 posto) in Classe B; all’ X37 Solventis di Alberto Moro (4 posto) in Classe C.

“E’ stato il Campionato del Mondo più competitivo  che abbiamo avuto fino ad oggi” ha dichiarato Bruno Finzi , presidente dell’ORC ” Ci congratuliamo con i nuovi campioni del mondo, non solo il podio, ma tutti i concorrenti per i loro punteggi sudati in una settimana molto difficile. Grazie anche all’organizzazione del Real Club Nautico de Barcelona che ha creato un campionato con il giusto equilibrio in mare, divertente e impegnativo come deve essere il Campionato del Mondo. Speriamo di vedervi tutti nel 2016 per Mondiale ORC che si terrà a Luglio nel Tuborg Harbour in Danimarca” conclude Finzi.

Il prossimo importante appuntamento con le regate ORC è il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Atura – Deltas Motors Cup che si terrà a Civitanova Marche, in programma dal 25 al 29 agosto, con organizzazione del Club Vela Portocivitanova. Già iscritti alcuni equipaggi di punta nel panorama dell’altura nazionale come Due R… nel vento di Roberto Reccanello, Selene di Massimo de Campo, Morgan IV di Nicola De Gemmis, Altair 3 di Sandro Paniccia, MP30+10 di Luca Pierdomenico, Mummy One di Alessio Querin, Vlag di Luca Baldino, Vag di Ivo Petrelli e lo slovacco Quebramar di Peter Mosny.

Lascia un commento