Extreme Sailing Series: Giornata positiva per il Lino Sonego Team Italia

La terza giornata del quarto act delle Extreme Sailing Series™ ha visto il mantenimento della prima posizione in classifica del team omanita The Wave, Muscat, tallonato da Sap Esxtreme Sailing Team e da Red Bull Sailing Team, che ha vinto ben tre prove di giornata. Il Lino Sonego Team Italia inizia la sua terza giornata giornata con la sostituzione per infortunio del suo prodiere Tom Buggy, con Andrea Bussani, velista triestino con molti titoli nel suo palmarès ma senza esperienza nella classe Extreme. Mai cambio fu più azzeccato, un secondo ed un terzo posto la dicono tutta su come l’innesto sia stato una fattore positivo, a parte qualche rottura (idraulica e fiocco) il team ha girato meglio: non tutti i mali vengono per nuocere.

Cronaca della giornata: The Wave, Muscat e Sap Extreme Sailing Team, ma sopratutto la rimonta di Red Bull Sailing Team saranno gli argomenti principali di fine giornata. Il team austriaco, tra tutti, è da segnalare per tre vittorie ed un secondo posto nelle ultime quattro regate. Le condizioni odierne hanno permesso ai numerosi spettatori presenti lungo i moli e rive della splendida cittadina gallese di ammirare uno spettacolo unico nel suo genere. Virate a pochi metri da terra e grandi performances di questi catamarani da 40 piedi.

Il Lino Sonego Team Italia inizia con una partenza anticipata, si parla di attimi, bisogna dunque aspettare che la flotta passi e ci si può rimettere in gara. Due regate di assestamento ed arriva il capolavoro della giornata. Partenza lanciata, sempre in testa fino all’ultimo lato, i ragazzi capitanati da Lorenzo Bressani, arrivano allo “stocchetto” convinti di aver vinto la prova, un problema al frullone non gli permette di  aprire il gennaker, gli inglesi di Gac Pindar se ne approfittano, peccato, la vittoria per i nostri era strameritata. Rottura dell’idraulica, un piccolo tubicino di gomma costringe ilLino Sonego Team Italia ai box e salta una regata. Al rientro la voglia è tanta, grande rimonta, ottime scelte e il gruppo gira alla perfezione, terzo posto, la soddisfazione è tanta. Si chiude così una giornata difficile per le rotture, ma positiva per i risultati e per quella consapevolezza che con l’innesto giusto qualcosa può cambiare. Domani si torna in acqua per l’ultima giornata di regate qui a Cardiff, Bressani & Co ce la metteranno tutta, come sempre.

“Giornata positiva, oggi abbiamo apprezzato il fatto di avere in barca tutti che parlano la stessa lingua – sono le parole di Lorenzo Bressani skipper-timoniere del Lino Sonego Team Italia – penso che l’assenza di Tom, il nostro prodiere che ieri si è fatto male al ginocchio, abbia dato una svolta in positivo. La presenza di Andrea Bussani, ai quali vanno i miei complimenti essendo per lui la prima su un extreme, è stato bravissimo, è cambiato anche il modo di manovrare con gli altri ragazzi e i risultati in barca si sono visti, se non ci fossero state quelle rotture, sarebbe andata meglio. La rottura dell’idraulica per un tubicino di gomma è una banalità, poi è arrivato anche un problema al fiocco. Ce la stiamo giocando, siamo molto positivi.”

 

Lascia un commento