Tp 52 Super Series: Bronenosec, Quantum e Azzura. Una poltrona per tre

La flotta dei TP52 a Porto Cervo è sinonimo di spettacolo e grandi sfide. Anche oggisi sono visti colpi di scena, manovre da brivido e grandi performances, questa è la 52 SUPER SERIES, questa è un flotta formata da grandi campioni che possono decidere una regata con l’estro che solo i grandi dello sport possono avere, il tutto in uno degli scenari più belli al mondo per un regatante: la Costa Smeralda.

Il programma prevede due regate, una a bastone e una costiera “corta” intorno alle venti miglia. Si apre con la prova a bastone, vento dai quadranti sud orientali con un’intensità intorno ai 14 nodi, in aumento, condizioni perfette. Azzurra, Bronenosec iniziano bene, Alegre in barca comitato, Quantum al centro. Le virate ravvicinate e un gruppo compatto, “presentano” la flotta alla boa praticamente appaiata, Azzurra conduce le danze, a bordo il Presidente dello Yacht Club Costa Smeralda si gode uno spettacolo unico. Comincia la battaglia di poppa tra Azzurra, Bronenosec e Quantum, una sfida stellare verrebbe da dire visto il contenuto di campioni a bordo. Gladiator e Sled sfidano Bronenosec nel rush finale, Azzurra controlla un Quantum in recupero, bottino pieno per i padroni di casa, Quantum campione di regolarità, Sled chiude davanti a Bronenosec, quarto, che scende di una posizione. Chiudono la flotta Gladiator, Provezza, Alegre, Platoon e Paprec.

Passa una mezz’ora è ci si prepara per la mini costiera da 20 venti miglia. Percorso numero 4, si parte a largo di Porto Cervo direzione sud verso Mortorio e Soffi, lo spettacolo non tarda ad arrivare, Azzurra vuole la destra, è una gara di virate con Bronenosec, sarà duello fino alla fine, Quantum si perde nelle retrovie, Hutchinson non gestisce al meglio le virate in questa parte della regata. A Mortorio si gira e si scende con una vela mai usata in queste prime tre giornate, l’A3 brandizzato 52 SUPER SERIES. Il lato fino a Soffi vede la “carovana” condurre un bordo senza grossi cambiamenti. Arriva la svolta della regata, Azzurra che fin li conduceva la regata si fa infilare da Bronenosec che azzecca una manovra con il Gennaker, mentre il team di casa compie una piccola sbavatura. Come detto in questi giorni, ogni minimo errore si paga con questa flotta di altissimo livello, i russi passano al comando e fino all’arrivo di Porto Cervo non c’è nulla da fare, Vascotto cerca di aumentare la velocità da sottovento ma non riesce ad impensierire Bronenosec, coadiuvato alla tattica da Michele Ivaldi, vittoria della costiera, un punto su Azzurra e pari merito (con diritto di esser primo per i migliori piazzamenti) insieme a Quantum, che sornione sembra voler aspettare il momento giusto per tentare il sorpasso. Terzo posto di manche per Sled davanti a Quantum, Platoon, Provezza, Alegre, Gladiator e Paprec.

A conti fatti, davanti si solidifica un terzetto formato da Bronenosec, Quantum e Azzurra, a sei punti la coppia Sled e Provezza. Ogni giorno può succedere di tutto, aspettiamoci delle grandi sfide sino all’ultima virata.

Alberto Barovier (ITA), Prodiere e Team Manager di Bronenosec (RUS): “Peccato per la prima prova, perchè girar primi e poi non riuscire a chiudere bene è un peccato. Abbiamo scelto di andar dritti e siamo rimasti con meno pressione degli altri, siamo riusciti a recuperare una posizione sul finale, succede, anche se un quarto posto con questo livello va benissimo lo stesso. Nella seconda, grazie ad una partenza da urlo con buona velocità siamo riusciti a condurre una buona parte della regata. Michele ha fatto bene l’approccio alla punta lasciando la destra ad Azzurra, li ha guadagnato lui e poi noi avevamo chiaro quello che volevamo fare, il doppio cambio tra A3 gennaker ci ha permesso di rimanere con una vela più giusta per quell’angolo per più tempo rispetto a loro, uscendo con un angolo migliore e più veloci, e poi siamo andati bene così fino alla fine. Siamo ancora in testa alla classifica generale, che dire, mancano ancora due giorni, c’è molto fare.”

Vasco Vascotto (ITA), Tattico di Azzurra (ITA): “ Siamo partiti due volte sempre dove avevamo deciso, la barca va bene, qualche piccolo errore nella seconda prova, cercheremo di risolvere questi problemi. Bronenosec sta navigando meglio di tutti mi pare ovvio, tre barche in due punti, ogni regata può essere decisiva, dobbiamo essere più concentrati, faremo del nostro meglio. “

Domani, come da programma è prevista una regata costiera, le previsioni parlano di vento in aumento, sarà ancora spettacolo alla Settimana delle Bocche, secondo atto della 52 SUPER SERIES, evento organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda.

La gallery con gli scatti di Max Ranchi

Lascia un commento