Audi tron Sailing Series Melges 32, a Porto Venere arrivano le sailing rockstar

Macchine a pieno regime in quel di Porto Venere, dove le Audi tron Sailing Series, incoronati i “King of Poets” delle classi Melges 24 (EFG di Chris Rast) e Audi Melges 20 (Pecceré di Mirko De Falco) si preparano all’arrivo dei Melges 32 e, con essi, della grande vela internazionale.

Non che quanto accaduto nei due week end passati abbia minor valore in fatto di cronaca sportiva ma, con i suoi nove metri di lunghezza, il Melges 32 è il più grande e performante tra i one design prodotti a Zenda (Wisconsin) e, va da sé, quello che richiede l’equipaggio più numeroso. Motivo per il quale lungo le banchine di Porto Venere, animate dalla passione di armatori tra i più attivi sul panorama internazionale, sarà reunion di “sailing rockstars”: velisti a vario titolo protagonisti di avvincenti storie di mare, spesso considerate vere e proprie imprese sportive.

Parliamo ad esempio del due volte medaglia olimpica (oro a Los Angeles nell’FD e bronzo a Sydney nel 49er) Jonathan Mckee, componente l’afterguard di Delta assieme a Morgan Reeser, argento a Barcellona nel 470. Del tattico di Hedgehog, Cameron Appleton, vincitore con Argo delle ultime edizioni del Mondiale Melges 32, tre volte in America’s Cup ed egemonizzatore della classe RC44 con Team Aqua. Di Ray Davies, mente di Inga From Sweden e già tattico di Emirates Team New Zealand in più campagne di Coppa.

Del ventuno volte campione del mondo Vasco Vascotto, da alcune stagioni con Robertissima e skipper di Mascalzone Latino durante l’America’s Cup del 2007. Di Francesco Bruni, tre volte olimpionico per l’Italia e tattico di Luna Rossa in quel di San Francisco, e di Lorenzo Bressani, tre volte campione del mondo Melges 24 e due volte iridato Melges 32. E ancora Andy Horton, campione del mondo Star nel 2006, Diogo Cayolla, tre volte all’Olimpiade per il Portogallo, e gli olimpionici azzurri Nicola e Claudio Celon, Daniele e Giovanni Cassinari, Gabrio Zandonà, Matteo Ivaldi e Sandro Montefusco.

Un parterre de roi distribuito sui diciotto scafi placidamente ormeggiati nel bacino compreso tra il Grand Hotel Porto Venere e la chiesa di San Pietro, estremi di un borgo marinaro che, con i suo scorci, ha mosso le passioni di poeti come George Byron, David Herbert Lawrence e della pittrice George Sand.

L’Act 2 delle Audi tron Sailing Series si svolgerà tra venerdì e domenica, con il prologo, ovvero la regata di prova, fissato per giovedì. Come avvenuto per Melges 24 e Audi Meges 20, il campo di regata sarà localizzato nel Golfo dei Poeti.

Le Audi tron Sailing Series sono organizzate da B.Plan Sport&Events in collaborazione con Melges Europe. Gli eventi di Porto Venere sono resi possibili grazie al supporto del Comune di Porto Venere e del Circolo Velico La Spezia, rappresentato in loco da Attilio Cozzani. Il Comitato Organizzatore ringrazia anche MotorVela e il Gruppo Valdettaro per il supporto logistico.

La stagione Audi tron Sailing Series è supportata dal main sponsor Audi, dall’ Official Partner Kuehne+Nagel, dai Technical Partner Torqeedo, Caffè Vergnano, Bavaria, Usail, Nuova Jolly, The Suite Club.

Lascia un commento