Un mare di vele a Caorle per la partenza della XXI edizione

Spettacolare partenza oggi venerdì 8 maggio dallo specchio acqueo antistante Caorle per la XXI edizione de La Duecento, regata offshore valida per il Campionato Italiano e per il Trofeo Masserotti organizzata  dal Circolo Nautico Santa Margherita e Marina 4, in collaborazione con Paulaner, Acqua San Benedetto,Cantina Colli del Soligo, Astra Yacht, Techimpex e Aiino.

Il via, dato regolarmente alle ore 11.00 dalla Presidente del Comitato di Regata Belinda Manierocon un leggero vento di bora intorno ai sei nodi, come da previsioni illustrate ieri sera nel briefing meteo di Andrea Boscolo, ha visto la maggior parte delle ottanta imbarcazioni scegliere un avvio aggressivo con molti incroci al disimpegno posto di fronte alla Chiesa della Madonna dell’Angelo.

Fanatic, il Luffe 54 di Alex Peresson è stata la prima imbarcazione a passare il cancello, seguita a poche lunghezze dallo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia, fratello di Piero, detentore del record della 500×2.

Seguivano nella classe XTutti Give me Five Duvetica di Daniele Augusti, Selene Alifax di Massimo De Campo con Alberto Leghissa alla tattica, Canevel Spumanti di Manuel Costantin, Selavy, First 44.7 di Gianni Montagner con equipaggio CNSM e Jack Sparrow di Alberto Gozo timonata da Walter Svetina.

La prima imbarcazione della flotta X2 a lasciarsi Caorle alle spalle è stata il Felci 61 Hagar II dei bolzanini Gregor Stimpfl e Alberto Taddei, seguiti dal Class 40 Kika Green Challenge dei fratelli Verardo e da Shear Terror dei ravennati Pieralberto Setti-Cesare Salotti.

Tra i sei Seascape 27 in gara, ottima partenza per Plume di Massimo Monti, con Massimo Farina e Andrea Caracci, fresco vincitore della Romax2 e nella classe Trimarani, guida la flotta Lazy, nuovo Corsair 970 di Richard Mueller.

Grazie al ventoin leggero aumento la flotta si è diretta decisa verso il primo waypoint diGrado passato intorno alle 15.00 da Fanatic e Altair 3 e nelle ore ore successive anche dagli altri concorrenti della classe XTutti e X2.

I primi passaggi a Sansego, se il vento si manterrà secondo le previsioni, dovrebbero avvenire all’alba di domani sabato 9 maggio.

E’ possibile seguire la rotta dei partecipanti in diretta, con una differita di pochi minuti, grazie ai rilevatori satellitari SGS Tracking installati a bordo di ciascuna imbarcazione partecipante nel sito www.cnsm.org.

Lascia un commento